QR code per la pagina originale

Un premio da 10 mila dollari per chi pirata i DVD

Lo offre un produttore di un software per la copia dei DVD: vuole dimostrare che nessuno ha mai piratato un film grazie al suo programma.

,

Robert Moore è fondatore e presidente della 321 Studios. La 321 Studios produce software che consentono la copia dei DVD. La MPAA (Motion Picture Association of America) accusa Moore e la 321 di favorire la pirateria ed ha chiesto ad una corte californiana di sospendere la distribuzione del software X Copy. Moore non ci sta ed ha offerto 10 mila dollari a chi gli dimostrerà di esser riuscito a piratare anche solo un DVD utilizzando X Copy.

«La MPAA continua a predicare che questo software è al servizio della pirateria, che io sono un ladro e che ognuno dei miei clienti è un cospiratore», ha spiegato Moore. «Francamente sono stanco». La “taglia” sulla pirateria è in palio già da una settimana, ma nessuno si è fatto avanti; quelli di 321 prevedono che non verseranno mai i 10 mila dollari, poiché piratare DVD con X Copy è difficile e rischioso.

«Crediamo che i consumatori abbiano tutto il diritto di farsi copie di backup perfette, per uso personale, dei DVD che posseggono», ha dichiarato Mike Wozniak, capo ufficio stampa di 321. E Moore ha aggiunto che X Copy inserisce barriere elettroniche nelle copie che produce, impedendo ulteriori duplicazioni; inoltre, il software crea una sorta di filigrana che rende identificabili le copie nel caso vengano trasmesse su Internet.

Da quando X Copy è stato lanciato, a novembre, ha venduto circa 200 mila copie, a 100 dollari l’una. Le major hollywoodiane chiedono anche un risarcimento per i danni che avrebbero subito a causa di queste vendite.

Notizie su: