QR code per la pagina originale

Google, Vuitton difenderà la sua griffe in tribunale

Il 3 Novembre Google sarà chiamata a difendersi dalle accuse della griffe Vuitton. La colpa di Google sarebbe il dare la possibilità a chiunque di legare il proprio nome a griffe altrui semplicemente pagando il dovuto per acquistare keyword strategiche.

,

Il 3 Novembre rappresentanti del motore di ricerca Google e della griffe francese Louis Vuitton si incontreranno di fronte ad una Corte per stabilire l’esito di una vicenda giudiziaria legata all’uso delle keyword del sistema Google.

Già nel passato i marchi Viaticum e Luteciel avevano spuntato una sanzione pecuniaria pari ad 89.000 dollari per problemi similari, ed ora è Vuitton ad andare alla sbarra contro Google. La questione è nata a causa di alcuni spazi a pagamento legati ad alcuni marchi concorrenti a Vuitton, legame truffaldino con la più nota griffe reso possibile dal libero sistema a pagamento di Google.

Nei casi di Viaticum e Luteciel la corte aveva espresso una sentenza motivata con una richiesta a Google di studiare un sistema per proteggere i nomi legati ad un preciso trademark in modo da garantire i marchi registrati dall’assalto di marchi parassiti.

La nuova vicenda giudiziaria, sulla scia dei casi passati, sembra essere dunque completamente a favore delal griffe Vuitton. Casa Google si cela dietro un ferreo no comment, in attesa che il 3 Novembre la Corte francese di Parigi inizi il percorso giudiziario con la prima audizione preliminare.

Notizie su: