QR code per la pagina originale

Buffalo spammer, catturato l’uomo da 850 mln di mail

Howard Carmack, alias "lo spammer di Buffalo", è agli arresti per aver inviato mail pubblicitarie non desiderate, alias Spam. In 2 anni ha inviato circa 850 milioni di mail tramite oltre 300 account ed ora gli spetta una pena minima di 3 anni e mezzo.

,

Howard Carmack, alias “lo spammer di Buffalo“, è agli arresti. Un sospiro di sollievo per le tante vittime delle sue mail, un motto di esultanza per il provider Earthlink che lo aveva denunciato chiedendo 16.5 milioni di dollari di sanzione, un successo generale per tutto il movimento dell’anti-spam.

Secondo gli inquirenti Carmack ha aperto 343 account di posta, fornendo false generalità, in un solo anno. Tramite questi account egli è riuscito ad inviare una mole impressionante di messaggi pubblicitari non richiesti (circa 850 milioni) ed ora la sua attività lo porterà dietro le sbarre per un tempo minimo di tre anni e mezzo, con una pena detentiva massima fino a 7 anni.

I fatti risalgono al Marzo 2002, quanto Carmack ha intrapreso l’attività di spammer in una non meglio precisata località dello stato di New York: non essendoci al tempo una legge statale specifica contro lo spam e non essendo ancora stata in vigore l’attuale legge federale, “Buffalo spammer” è stato incastrato facendo ricorso ad altri 14 capi di imputazione tali da poter ricondurre la condanna a quanto previsto oggi dalla normativa in vigore.

Karen Casion, consigliere generale Earthlink, brinda alla vittoria lanciando un monito contro tutti gli altri spammer: «[gli spammer] dovrebbero pensare che ciò che è successo a Carmack potrebbe succedere a loro».

Notizie su: