QR code per la pagina originale

ICQ si getta nella guerra delle webmail

Il nuovo servizio Premium della ICQMail propone uno spazio di 2Gb più varie funzionalità che rendono il prodotto decisamente appetibile: uso di più identità, notifica su ICQ delle mail in arrivo, identificazione visiva delle mail nell'archivio.

,

Nella guerra tra webmail che Google ha fatto esplodere lanciando sul mercato Gmail, si aggiunge ora un nuovo importante concorrente: ICQ. L’importante instant messenger controllato dal gruppo AOL ha infatti appena reso nota la possibilità di stipulare un contratto “Premium” entrando in possesso di una casella mail da 19.99$ all’anno.

La principale tra le peculiarità offerte nel pacchetto Premium va evidenziato lo spazio «virtualmente illimitato» a disposizione, ovvero 2Gb di capacità. L’upgrade ideato per la canonica ICQmail presuppone inoltre molte altre novità:

  • La grandezza massima dei file ricevibili è stata elevata a 20Mb;
  • Grazie al Online Zip Compression Tool i file di grandi dimensioni vengono ridotti durante l’invio per velocizzarne la trasmissione verso il destinatario del messaggio;
  • A differenza di Gmail, la ICQ prevede fin dal principio il supporto dei protocolli POP3, SMTP e IMAP4;
  • E’ prevista la possibilità di accedere alla casella mail anche tramite WAP;
  • Un servizio curioso è la possibilità di ricevere una segnalazione su ICQ relativa alle mail in arrivo. Il “bip” di Gmail, dunque, trova corrispettivo nel noto “cucu” dell’instant messenger;
  • E’ possibilile attribuire un colore diverso per ogni mail a seconda del mittente del messaggio. Tale accorgimento permette l’identificazione istantanea delle varie mail e la possibilità di creare una VIP list come sottoinsieme della canonica cartella inbox;
  • ICQ prevede la possibilità di usare più alias e più identità nell’invio delle mail: tale accorgimento permette di inviare mail usando l’identità degli altri propri account mail, potendo così utilizzare comodamente ICQ come il recipiente base per la ricezione di tutti i propri messaggi;
  • Con il servizio premium sparisce il piccolo spazio promozionale che ICQ si riservava nelle mail mandate con il tradizionale ICQMail gratuito;
  • Il servizio ottempera anche tutte le caratteristiche tradizionali dei servizi omologhi: auto-responder, e-mail forwarding, filtro anti-spam, eccetera.

Il servizio offre inoltre ulteriori funzionalità aggiuntive quali ad esempio l’invio di SMS: l’acquisto dei short message prevede una spesa extra quantificabile in circa 25 dollari ogni 200 unità acquisite.

Notizie su: