QR code per la pagina originale

Cebit: Motorola rimanda il matrimonio con iTunes

Al Cebit di Hannover uno tra gli annunci più importanti è quello di una clamorosa assenza: il Motorola E790, dispositivo che doveva permettere l'acquisto di musica dallo store iTunes, è stato rimandato a data da destinarsi

,

Quando ormai l’altare era vicino, Motorola ha detto no: il matrimonio con iTunes è rimandato a data da destinarsi. La cerimonia avrebbe dovuto tenersi al Cebit di Hannover, ove i partecipanti fremevano in attesa della presentazione ufficiale del nuovo modello con cui si avrebbe avuto accesso all’acquisto di musica direttamente dal telefonino cellulare.

L’unione tra Apple ed il gigante della telefonia non cade, ma il rinvio lascia comunque presumere un qualche inatteso intoppo nella macchina organizzativa che avrebbe dovuto portare all’esordio ufficiale dei music store sui dispositivi di telefonia mobile. Il modello che avrebbe dovuto far notizia al Cebit sarebbe dovuto essere il Motorola E790: l’annuncio è posticipato probabilmente di un mese circa e secondo Reuters (la prima agenzia a raccogliere il comunicato ufficiale Motorola) l’occasione sarà quella di un non meglio precisato evento musicale in Florida (l’ipotesi è quella del Miami Music Multimedia in programma il 23 Marzo).

Il vantaggio cronologico di iTunes, dunque, sfuma: entro Agosto-Settembre, infatti, anche Sony è pronta a lanciare un prodotto similare sfruttando la vantaggiosità di un’estensione aziendale che può vantare un importante ramo dedicato alla telefonia (Sony Ericsson), un music store (Connect) ed una nuova vasta distribuzione di player multimediali. Un recente accordo tra Microsoft e Nokia promette inoltre ulteriore concorrenza nel settore.

L’intoppo che ha causato l’annuncio del rinvio sembra sorgere dalla mancata finalizzazione degli accordi con operatori quali Vodafone, Verizon e T-Mobile. La portavoce Motorola Monica Rohleder conferma l’ipotesi specificando come il rinvio sia stato concordato con tali compagnie (evidentemente non in linea con le strategie Motorola-iTunes) ed ora solo una ulteriore negoziazione degli accordi permetterà il prossimo lancio del prodotto.