QR code per la pagina originale

La Commissione Europea apre al WiFi 802.11a

La Commissione Europea ha annunciato un provvedimento con il quale sarà formalmente autorizzato l'uso delle frequenze a 5 Ghz, il che significa aprire il mercato al WiFi 802.11a. La nuova tecnologia promette di quintuplicare la banda ammissibile

,

Un importante provvedimento della Commissione Europea apre al mondo del WiFi un nuovo orizzonte di assoluto interesse. Trattasi nella fattispecie dell’apertura delle frequenze a 5 GHz all’uso per la connettività Internet, il che significa moltiplicare le possibilità offerte oggi dal WiFi ed offrire all’utenza un servizio più affidabile e potente.

Nell’aprire le nuove frequenze, la commissione autorizza specificatamente l’uso del cosiddetto WiFi 802.11a (in aggiunta all’attuale 802.11b che opera su frequenza 2,4 GHz), aprendo al wireless un canale precedentemente usato dagli apparati militari. Il principale vantaggio offerto dalla nuova frequenza è caratterizzato da una banda passante di 54 Mbit/s contro gli 11 Mbit/s della precedente tecnologia.

Secondo quanto riportato nell’apposito comunicato della Commissione Europea, il progetto verrà definitivamente approvato in Ottobre e già in Novembre diverrà efficace a tutti gli effetti. Lo scopo della svolta è quello di permettere nuovi servizi (con riferimento specifico al VoIP) e moltiplicare le opportunità di crescita del mercato. Il testo è stato progettato nell’ottica di una prevista crescita esponenziale del mercato WiFi in tutto il mondo già entro i prossimi 3 anni.

Apposite misure volte a regolare la gestione del segnale contribuiranno a proteggere lo spettro radio dalle possibili interferenze e le precauzioni adottate saranno valide fin da subito in tutti i paesi membri dell’UE («sia per il privato che per il pubblico accesso»).

Notizie su: