QR code per la pagina originale

Firefox 1.5 disponibile al download

Accompagnato da una campagna marketing pronta al lancio, Firefox 1.5 si presenta al pubblico con un piccolo download che apre a nuove importanti novità: nuova politica degli aggiornamenti, nuova gestione della privacy, migliorata accessibilità

,

3 release candidate hanno introdotto la versione ufficiale e da qualche ora pochi Mb di download dividono l’utenza dal nuovo Firefox 1.5 “Deer Park”, pietra miliare dello sviluppo del browser già nell’ottica della prossima versione 2.0 (tecnicamente denominata “The Ocho” e già in agenda per una non meglio definita data del 2006, anche se le indicazioni mirano attualmente al 27 Luglio). L’approdo alla release 1.5 giunge in un momento di rallentamento della costante crescita di popolarità del browser vissuta alle spalle di un Internet Explorer sempre più vicino anch’esso alla nuova release, ma nel contempo in continuo calo di gradimento tra l’utenza.

La nuova versione introduce alcune novità del tutto interessanti all’interno dell’offerta Firefox. Innanzitutto il browser implementa un aggiornamento delle caratteristiche legate all’accessibilità, facendo compiere un importante passo avanti in tal senso al navigatore. Va sottolineato inoltre l’importante balzo registrato a livello di aggiornamenti software: i prossimi update saranno infatti automatici, caratteristica che fino a ieri rappresentava uno dei principali handicap del browser.

In nome della privacy Firefox mette a disposizione una nuova opzione denominata “Clear Private Data“: con un solo click è infatti possibile cancellare ogni dato personale mantenuto in qualche modo dal browser, permettendo così una rapida ed efficace pulizia dei dati sensibili relativi all’utente in navigazione. Una migliorata gestione della cache, inoltre, permette una navigazione più performante.

Il nuovo Firefox 1.5 si pone l’obiettivo del rilancio della diffusione del browser partendo da un investimento a livello di marketing tale da portare l’utenza alla conoscenza ed alla sperimentazione del più in voga tra i navigatori “alternativi” a IE6. La campagna raccoglierà una serie di contributi amatoriali poi riversati sul sito Mozilla e proporrà una vera e propria gara per scuole di cinema con lo scopo di ottenere una serie di piccoli spot da 30 secondi.