QR code per la pagina originale

Microsoft studia in segreto il proprio iPod

,

“Top secret”: è questa l’unica cosa certa che si sa sul progetto che Microsoft starebbe portando avanti per apportare il proprio contributo alla causa anti-iPod ed anti-iTunes. La guerra dei formati intrapresa con Apple vede al momento prevalere il gruppo di Cupertino, ma a Redmond i primi meccanismi ufficiali di una nuova iniziativa in merito si sarebbero già attivati e la sfida sul campo potrebbe non essere lontana.

Da Microsoft non giunge ovviamente alcun commento ma già emergono due informazioni interessanti: le trattative con le major sarebbero già state avviate ed a capo del progetto sarebbe stato posto Robbie Bach, recentemente già guida dello sviluppo della nuova Xbox (per questo motivo è ipotizzabile una qualche formula di complementarità tra la consolle per i giochi ed un ipotizzabile futuro dispositivo di musica portatile). Microsoft avrebbe intenzione di adattarsi al modello di vendita ormai imposto da iTunes (non il canone in stile Napster, ma l’acquisto di canzoni singole). La musica non sarebbe ovviamente l’unico aspetto contemplato e la concorrenza con Apple dovrebbe essere estesa anche sui video e le altre forme di intrattenimento.

Per quanto concernente i music store ad oggi Microsoft ha lanciato URGE in co-branding con MTV, mentre per quanto riguarda i player musicali il gruppo di Redmond non è ancora mai sceso direttamente in campo, pur lamentando più volte gli scarni risultati ottenuti dai gruppi affiliati al proprio sistema DRM Windows Media.