QR code per la pagina originale

iPhone, telefono Apple vicino al battesimo

Il titolo Apple schizza nuovamente in borsa sulla scia dei rumor che indicano la possibilità di un prossimo annuncio di un telefonino griffato dalla mela di Cupertino. Il dispositivo unirebbe telefonia mobile e player musicale con design stile iPod-Nano

,

Apple potrebbe essere pronta a fare il grande passo nel mondo della telefonia. Dimenticato lo smacco dell’avventura con Motorola, il gruppo di Cupertino potrebbe ormai aver ingranato la discesa che porta alla commercializzazione di quel fantomatico iPhone di cui si rumoreggia ormai da mesi. Questa volta a confermare l’ipotesi è un analista della American Technology Research, Albert Lin, il quale per dar credito alle proprie tesi non lesina una serie di dettagli interessanti.

Secondo Lin il cellulare rientrerà nel contesto degli smartphone ed avrà un’estetica simile a quella degli iPod Nano. Disponibile in 3 diversi colori, il dispositivo unirà la telefonia cellulare alle funzionalità di un lettore multimediale creando un prodotto ibrido ad oggi non ancora esistente sul mercato ad un certo livello di qualità e funzionalità.

Per Apple la scommessa è importante: riuscire a penetrare in qualche modo il settore significherebbe introiti aumentati di una percentuale molto alta e nuove opportunità all’orizzonte. Sulla scia delle notizie emergenti il titolo è immediatamente schizzato in borsa macinando vari punti percentuali in una sola seduta riguadagnando parte del terreno perso nelle settimane precedenti a causa dei guai dovuti alle note stock option irregolari.

Il guadagno in borsa è dettato anche da un altro importante appuntamento: per il 12 Settembre è atteso un nuovo “evento” Apple in occasione del quale potrebbe essere annunciato il servizio di download dedicato al mondo cinematografico. Per Apple il tutto significherebbe un nuovo mercato che si apre ed una nuova importante fonte di entrata. La concorrenza non manca, Amazon e WalMart remano contro, ma la posizione conquistata da Apple sul mercato con iTunes non può che promettere scintille.