QR code per la pagina originale

Prime patch dell’anno per Microsoft

Microsoft rilascerà in data 9 Gennaio le prime 8 patch dell'anno. 3 per Windows, 3 per Office, il tutto con pericolosità dichiarata 'critical'. Trattasi dell'ultimo patch day prima dell'arrivo di Windows Vista, dopodichè molte cose cambieranno a Redmond

,

«January 2007 Advance Notification» significa che è ormai alle porte il secondo martedì del mese, ovvero il primo patch day dell’anno 2007: Microsoft ha, come consuetudine, diramato in giornata i dettagli di quello che, in data 9 Gennaio, sarà il primo aggiornamento (con numerazione che viene azzerrata) nonchè l’ultimo prima dell’arrivo di Windows Vista sul mercato.

Il primo patch day consta in 8 aggiornamenti così suddivisi:

  • 3 aggiornamenti relativi a Microsoft Windows, la cui massima pericolosità è giudicata “critica”;
  • 3 aggiornamenti relativi a Microsoft Office, la cui massima pericolosità è giudicata “critica”;
  • 1 aggiornamento relativo a Microsoft Windows e Microsoft Visual Studio, la cui pericolosità è giudicata “importante”;
  • 1 aggiornamento relativo a Microsoft Windows e Microsoft Office, la cui pericolosità è giudicata “importante”;

Disponibile, altresì, il tradizionale aggiornamento per Microsoft Windows Malicious Software Removal Tool. A seguito dell’installazione delle patch sarà necessario riavviare il sistema. La segnalazione è giunta, con tanto di auguri di buon anno, dal Microsoft Security Response Center Blog a firma Christopher Budd.

E di auguri Microsoft ne ha sicuramente bisogno. Il gruppo è vicino ormai allo storico appuntamento con Vista, dopo il quale nulla sarà più come prima: l’ultimo grande mastodonte sta per arrivare sugli scaffali di tutto il mondo, dopodichè Microsoft si avvierà ad una parabola che vedrà imporsi la dimensione “live” ed allontanarsi il carisma e la storia di Bill Gates. Il gruppo è al centro delle attenzioni di quanti vedono in Vista l’ultimo appuntamento da leader dopo 20 anni di controllo elettivo del mondo informatico ed una statistica proveniente dal Washington Post ricorda come nel 2006 Internet Explorer sia stato vulnerabile per 284 giorni su 365. Le azioni del gruppo sono ormai ferme sugli stessi valori da oltre un mese, l’attesa è ormai l’unica vera notizia. Nei prossimi giorni è previsto un keynote di Bill Gates, importante trampolino di lancio commerciale del 2007 di Redmond.

Notizie su: