QR code per la pagina originale

Yahoo, consigli per gli acquisti di Gennaio

Yahoo rileva per Gennaio una impennata delle ricerche sui motori verso la fine del mese. Alcuni settori, in particolare, riceverebbero particolare attenzione in questo periodo in cui si pianificano le attività dell'anno: case, lavoro, investimenti, b2b

,

«L’inizio di un nuovo anno è da sempre considerato un momento molto importante per il business, è un periodo durante il quale le aziende prendono decisioni nuove e impostano cambiamenti determinanti». Yahoo coglie l’occasione per elencare una serie di specifici settori in cui, proprio nel periodo che coincide con la fine del mese di Gennaio, diventa più proficua la promozione online («per i prossimi giorni si prevede un’ulteriore forte crescita delle ricerche su Internet e un picco durante l’ultima settimana di Gennaio»).

Yahoo evidenzia in modo particolare 5 categorie:

  1. Immobiliare: “casa”, “vendita casa”, “affitto casa” ed altre ancora sono le query che portano il settore a veder crescere le ricerche di oltre il 30% rispetto al mese precedente;
  2. Servizi finanziari: per il settore si registra «crescita del 26% determinata dal periodo importante per la pianificazione delle spese di tutto l’anno»;
  3. B2B: «la crescita di questo settore è dovuta soprattutto ai lavori di ristrutturazione e di riammodernamento che le aziende intraprendono all’inizio di un anno nuovo»: “call center”, “recupero dati”, “annunci lavoro” le parole che portano il B2B a crescere del 26.9%;
  4. Lavoro e formazione: +25% per un settore che crsce sulla spinta di keyword quali “lavoro”, “stage” o “agenzia interinale”;
  5. Casa e giardinaggio: «in quinta posizione il settore casa e giardinaggio che con le parole più cliccate arredamento, quadri, elettrodomestici, lavatrice e giardino ha ottenuto un incremento del 23%».

Negli Stati Uniti Yahoo ha già dato il via alle attività di Panama, la nuova soluzione per il search advertising su cui il motore di ricerca punta molto. Una volta avviata e testata a fondo la versione USA (inaugurata ufficialmente a metà Dicembre) il servizio verrà aperto a livello internazionale. I primi responsi raccolti, provenienti da precedenti clienti Yahoo invitati progressivamente all’upgrade alla nuova versione della piattaforma, sarebbero «estremamente positivi».

Notizie su: