QR code per la pagina originale

Microsoft investe sulla salute

Microsoft ha ufficializzato l'acquisizione di Medstory, gruppo responsabile di un motore di ricerca dedicato alla salute la cui consegna dei risultati è basato su un approccio intuitivo e non esclusivamente dipendente dalla rilevanza delle query adoperate

,

Microsoft ha ufficialmente chiuso l’acquisizione di Medstory Inc., gruppo californiano con sede a Foster City impegnato nella ricerca sul web in argomento salute. L’acquisizione da una parte conferma le ambizioni di Microsoft nel settore della ricerca online, dall’altra invece giunge a portare il gruppo in un segmento che evidenzia importanti margini di crescita. Secondo una ricerca Pew Internet & American Life Project, infatti, ogni giorno 8 milioni di persone cercano informazioni in rete relativamente a bisogni legati alla propria salute. Poter catalizzare l’attenzione di questa utenza con informazioni di qualità potrebbe significare molto per un motore di ricerca e Microsoft intende non perdere tale golosa opportunità.

Da tempo si ipotizza un impegno di Google nel settore, dalla stessa Google sono giunte voci possibiliste ed interessate, ma da breve è uno dei fondatori AOL, Steve Case, ad aver mosso il primo passo in questa direzione inaugurando il sito Revolution Health. Per Microsoft il primo accenno è giunto mesi fa con l’acquisizione di Azyxxi e con la creazione dell’Health Solutions Group. Con questa nuova operazione Microsoft cala le proprie carte e si presenta sul mercato con grandi ambizioni. Nessun dettaglio economico relativo al passaggio di proprietà è stato al momento reso pubblico.

Il comunicato ufficiale diramato spiega come l’origine della scelta di Medstory sia nel suo peculiare approccio ai risultati della ricerca: il motore non si basa sulla rilevanza delle query, infatti, ma cerca un approccio più intuitivo basato sulle scelte degli utenti. Una serie di scelte consecutive, infatti, permette di affinare progressivamente l’ambito della propria ricerca portando in pochi passi l’utente quanto più vicino alla possibile informazione ricercata. Il vantaggio ottenibile non è cosa da poco in quanto permette all’utenza di andare verso il topic desiderato senza scorrere decine di link, il tutto grazie ad un motore “intelligente” in grado di comprendere più le aggregazioni significative che non semplicistici ranking basati sulle parole suggerite al motore (strategia adoperabile con successo solo su motori di ricerca verticali).

Processo di ricerca su Medstory

Processo di ricerca su Medstory

Medstory esce peraltro da un momento particolarmente positivo con un flusso in entrata in continuo aumento ed ampi margini di redditività manifestati in bilanci oltremodo positivi. L’arrivo di Microsoft proietta la tecnologia Medstory direttamente sotto le luci della ribalta e già si delineano progetti di distribuzione di software gratuito ad enti governativi per estendere la base di applicazione delle informazioni indicizzate.

Notizie su: