QR code per la pagina originale

Le Apps di Google pronte anche per gli ISP

La suite di servizi low cost e web-based di Mountain View ora si arricchisce anche di una versione pensata apposta per i fornitori di servizi in rete. I clienti potranno personalizzare i servizi offrendoli in seguito alla propria utenza

,

Google Apps for Your Domain, la suite di servizi web 2.0 con cui Google propone una propria versione online di Office, ora godrà di una release specifica, indirizzata agli Internet Service Providers, che sarà più potente e parallelamente anche più costosa: si chiama Google Apps Partner Edition ed incorpora, sulla scia del canonico Google Apps For Your Domain, una serie di soluzioni low cost per il mantenimento di servizi ai propri sottoscrittori tramite i più popolari strumenti della grande G (la posta di Gmail, l’agenda di Google Calendar, il messenger VoIP Google Talk, l’editor Web Google Page Creator più una start page, gli strumenti di produttività di Google Documents & Spreadsheets e l’alternativa di Mountain View a PowerPoint che dovrebbe essere pronta per l’estate).

La differenza rispetto alla suite a disposizione di tutti gli utenti a pagamento è che la versione per ISP ha potenzialità illimitate. La tariffa pagata dagli ISP non sarà ovviamente la medesima dei privati e con tutta probabilità dipenderà dalla base di utenti, tuttavia la soluzione sarà offerta ad un costo sensibilmente inferiore rispetto alla concorrenza. Google spiega inoltre di non temere di servire ISP con elevati numeri di utenza: «siamo lieti oggi di poter fare un ulteriore passo in avanti annunciando una versione di Google Apps disegnata appositamente per gli ISP, per i portali e per qualsiasi altro fornitore di servizi, sia che abbia un migliaio di sottoscrittori sia che ne abbia più di un milione» ha dichiarato ad Ars Technica Hunter Middleton il product manager di Google Apps.

Ogni cliente potrà personalizzare la sua versione dei servizi, potrà brandizzarla e modificarla e in più, per quanto riguarda la posta di Gmail, non sarà necessario avere spazio libero disponibile: Google si fa carico anche del mantenimento dei server di mail.

Si segnala in queste ore anche la notizia (ancora non confermata) riportata dal Wall Street Journal secondo la quale Google sarebbe in trattative con Salesforce.com per offrire un servizio congiunto. Salesforce.com è infatti uno dei nomi più importanti nel campo della fornitura di servizi e applicazioni web-based alle aziende del segmento corporate ed il gruppo è accomunato a Google da una parallela concorrenza con Microsoft nell’ambito specifico.

Notizie su: