QR code per la pagina originale

PayPal, tutto risolto in poche ore

Il team degli sviluppatori PayPal annuncia con soddisfazione di aver risolto il problema che aveva parzialmente bloccato il servizio nei giorni scorsi. Inizialmente si indicava una risoluzione del tutto entro il 5/6 settembre, ma il bug è già rimosso

,

Tutto risolto: i toni usati sul blog della PayPal Developer Community erano stati eccessivamente allarmistici e si era usata ogni cautela per comunicare il fatto che il servizio PayPal era in temporaneo black-out e che le disfunzioni sarebbero durate quantomeno una settimana. In verità i problemi sono durati molto meno, sono stati meno estesi di quanto lasciato ipotizzare ed in poche ore ogni procedura è tornata a funzionare senza intoppo ulteriore.

La conferma ufficiale giunge ancora una volta dal blog degli sviluppatori PayPal. Un post firmato Damon Williams, PayPal Developer Program, spiega che il bug che ha fermato Paypal è stato introdotto nel momento in cui è stato compiuto un corposo update al servizio la scorsa settimana: una volta notato l’inghippo, il team si è immediatamente messo al lavoro e nel post si promette una risoluzione totale del blocco entro 24 ore (dunque ad oggi tutto sarebbe funzionante a dovere).

«Sappiamo che molti di voi dipendono da Paypal come primo servizio per i propri business online e non prendiamo questo black-out alla leggera. Lavoreremo per assicurarci che nessun altro ritardo avvenga in futuro e ci scusiamo per ogni inconveniente causato alla vostra attività». Capitolo chiuso: nel momento in cui Gpay fa capolino sulla documentazione USPTO, Paypal è già a regime per raccoglierne la sfida.

Un apposito thread sull’apposito forum di assistenza rimarrà attivo per seguire quanti erediteranno nei prossimi giorni i problemi dei giorni passati.

Notizie su: ,