QR code per la pagina originale

Non mi va l’ADSL? Colpa del cordless.

,

Router Wireless: un prodotto in espansione. Oramai molti provider ne forniscono uno in comodato d’uso e sui banchi della grande distribuzione è il prodotto che va per la maggiore. E’ affidabile, utile per l’organizzazione degli spazi e presenta molti vantaggi che alcuni di noi sicuramente conosceranno bene. Dov’è allora il problema?
I prodotti per la connettività non sono gli unici ad orientarsi alla tecnologia wireless. Ciò sta accadendo a tutto il mondo delle telecomunicazioni ed anche della domotica, settore che sta diventando di primo piano nell’industria dell’automazione raggiungendo la vera e propria definizione di fenomeno. Sarà mai possibile che un giorno, nel tentativo di connetterci ad internet attraverso un modem wi-fi accenderemo il forno?

La domanda è ovviamente provocatoria e le probabilità che la nostra scheda di rete influenzi il controllo remoto di un forno è davvero irrisorio, però, senza scadere nell’assurdo, iniziano a verificarsi interferenze fra mondo delle telecomunicazioni ordinario e connettività wireless.

Alcuni telefoni cordless di ultima generazione ed alcuni dispositivi per il trasferimento del segnale audio video da stanza a stanza lavorano su frequenze che vanno dai 2.4 ai 5.4 Ghz, frequenze alle quali operano la maggior parte delle nostre schede wireless!

L’effetto principale di questa interferenza è, purtroppo, quello di creare un rumore di fondo molto alto nello scambio di dati fra router e client da impedire il funzionamento della connessione wireless.
Tralasciando il problema iniziale una riflessione è comunque d’obbligo. Questa enorme quantità di onde elettromagnetiche che circolano indisturbate anche nei nostri ambienti domestici faranno “bene” alla nostra salute?

Notizie su: