QR code per la pagina originale

e-Learning 2.0

,

Icoe 2007, una recente conferenza svoltasi a Taiwan sull’e-Learning, lancia, tra le altre, una ricerca molto interessante di Stephen Downes.

[google 5961719786180845836]

Il video e le slide evidenziano i punti chiave della ricerca.

In sostanza viene ufficialmente lanciato il concetto di e-Learning 2.0 derivante dal mashup di una serie di concetti cardine: learning objects, MUDs, RSS, podcasting, tagging, social networking, social media, effetti del network, AJAX, REST, web APIs, interoperable ID systems e open courseware.

La ricerca sostiene con viva forza l’enorme importanza del learning network e learning mashup: ed effettivamente si è già sottolineato quanto possono diventare importanti i podcasting, le social network o gli RSS per l’e-Learning.

L’idea di fondo per l’e-Learning 2.0 è basata sul principio che imparare non significhi accumulare concetti e nozioni ma piuttosto significhi aprire un rubinetto in un social network quando abbiamo bisogno: imparare infatti implica la presenza dell’interesse.

A questo punto mi viene da dedurre (non a torto) che l’e-Learning è solo per persone adulte e mature!

Notizie su: