QR code per la pagina originale

I servizi di Google meno amati

,

Spesso leggo articoli e post sui servizi di Google maggiormente utilizzati dall’utenza, oltre ovviamente al suo motore di ricerca, come Google Reader, iGoogle e soprattutto in quest’ultimo periodo Google Docs in seguito al recente upgrade (a questo proposito vi consiglio di leggere il post di Fabrizio Sinopoli e di guardare il video di ICTv.it).

Mi piace leggerli perchè sono una grande utilizzatrice di questi servizi e mi capita di scoprire nuove funzionalità o caratteristiche che non avevo mai esplorato. Oggi sono stata quindi colpita da questo post intitolato “10 Google Services That Get No Love” dove vengono appunto elencati i servizi che a quanto pare sono meno apprezzati e utilizzati.

Ecco l’elenco e i miei commenti in quanto utente:

  • Google Labs: non so se può essere un parametro significativo ma facendo una ricerca su Technorati, di post in italiano con keyword “Google Labs”, ho ottenuto 73 post, mentre con keyword “Google Reader” ne ho ottenuti 1408. In un’era in cui tutti vogliono sentirsi protagonisti e partecipi dell’evoluzione tecnologica sembra strano che questo spazio, definito da Google il suo “campo di prova tecnologico”, desti così poco interesse nella blogosfera. Voi che ne pensate?
  • Google Pack Beta: io uso almeno il 70% dei servizi che è possibile scaricare in una volta sola con il Pack ma me li sono scaricati e installati uno ad uno: qualcuno ha invece usato questa “scorciatoia”?
  • Google Translate Beta: mai usato, ho sentito sia pareri positivi che negativi in merito ma nel mio caso non mi viene mai in mente di usarlo, chissà come mai.
  • Google co-op Beta: non avevo idea di cosa fosse fino a quando non ho deciso di scrivere questo post. Sembra un parolone ma in realtà dietro a questo co-op troviamo il Custom Search Engine, i Subscribed Links e Topics di cui, anche in questo caso, ignoravo l’esistenza. Sono l’unica ad avere queste lacune nel proprio bagaglio tecno-culturale o non sono sola?
  • Google Code: come viene riportato nei risultati di ricerca dello stesso Google, Google Code è il “Google’s Developer Network” e non essendo io un developer è probabilmente normale che non abbia mai avuto a che fare con questo servizio. Ma perchè se ne parla comunque così poco? Troppo di nicchia? I Developer non sentono il desiderio di condividere e rendere pubblico il suo utilizzo con gli altri? O è veramente un servizio poco usato anche dal target di riferimento?
  • Google News e Google Blog Search Beta: raggruppo questi due servizi perchè la mia considerazione è la medesima. Analogamente a Google Translate difficilmente mi viene in mente di usarlo anche se quelle rare volte mi ha dato risultati soddisfacenti. Forse Google dovrebbe “suggerire” all’utente nella pagina delle SERP di affinare la sua ricerca utilizzando questi due servizi, ricordando quindi allo stesso che esistono e sono a sua disposizione? Potrebbe essere un modo per auto promuoverli e contemporaneamente offrire un servizio in più all’utente, che ne dite?
  • Google Patent Search Beta: ne ignoravo l’esistenza (non esiste comunque una versione italiana a quanto sembra)
  • Google Alert: in questo caso non mi stupisco che il servizio è poco usato/amato, io ho provato ad utilizzarlo e mi sono trovata male, ottenevo molti risultati non attinenti e ridondanti. A qualcuno è andata meglio?
  • Google Catalogs Beta: cos’è? :-)

Notizie su: