QR code per la pagina originale

Consigli per un Mac OS X più sicuro

,

Delle ottime capacità di Mac OS X di tenerci al riparo da attacchi esterni, abbiamo già parlato. Sappiamo anche che, allo stato attuale, non esistono virus né tanto meno spyware in grado di insediarsi nel nostro sistema.

Allora perché volerlo rendere ancora più sicuro? Semplice: quando si parla di sicurezza, non ci si riferisce esclusivamente a qualcosa che “può mandare in tilt” un computer. Il concetto è ben più ampio e si estende anche alla riservatezza e protezione dei dati e delle informazioni.

In questo ambito, per un Mac-user, i pericoli maggiori vengono proprio dai propri comportamenti. Ecco dunque qualche consiglio per rendere il proprio Mac più sicuro (soprattutto se viene spesso utilizzato in luoghi pubblici).

Una delle prime cose da fare è sicuramente disabilitare il login automatico, cosa che può essere fatta tramite “Preferenze di sistema”, nel pannello Account: basta togliere il segno di spunta dalla sezione Opzioni Login.

Il prossimo passo consiste nel creare una buona password (sufficientemente complessa) per accedere al proprio account (consiglio valido non solo per l’accesso a Mac OS X, per qualunque servizio richieda un accesso protetto). Questo significa che non ci si dovrebbe limitare a scegliere password del tipo 12345 o semplicemente la propria data di nascita: ad un malintenzionato o ad un collega troppo curioso, basterebbero pochi tentativi per scoprirla!

A questo punto può darci un grande aiuto il nostro sistema operativo che, tramite Assistente Password ci permette non solo di capire quanto sia complessa la password scelta, ma può anche suggerirci una password che sia abbastanza complessa e, allo stesso tempo, facile da memorizzare.

Spesso ci capita che un amico o un collega ci chieda di controllare la posta o fare una ricerca in Internet o più banalmente di “provare questo Mac” (sapete com’è… il fascino del sistema più avanzato!). La persona in questione potrebbe venire a contatto (involontariamente o no) con informazioni riservate. È dunque buona regola, predisporre un Guest Account (lo si può fare tramite Preferenze di Sistema, nel pannello Account). Un altro consiglio che mi sento di darvi è di creare una cartella nascosta per conservare documenti privati.

Io, per il momento, mi fermo qui ma conto di tornare presto sull’argomento con ulteriori approfondimenti. Nel frattempo, voi avete consigli per migliorare la sicurezza di Mac OS X?

Notizie su: