QR code per la pagina originale

Code2Fame: ecco le applicazioni per WHS

Code2Fame è il contest lanciato da Microsoft per solleticare gli sviluppatori con premi in danaro allo scopo di realizzare soluzioni interessanti per il proprio Windows Home Server. Microsoft ha ora annunciato i tre vincitori del concorso

,

In occasione del WinHEC 2007 Microsoft aveva lanciato un interessante contest nel quale si preannunciavano lauti premi per quanti avessero sviluppato le soluzioni più interessanti per il proprio Windows Home Server. Quello che era un prototipo in grado di attirare forte curiosità, oggi è un progetto pronto ad arrivare sul mercato. Le soluzioni hardware proposte sono già molte, ma i vari produttori hanno atteso l’update del software prima di avviare le lavorazioni per l’esordio. Ora tocca alle applicazioni, ed il contest Microsoft aveva l’evidente scopo di sollecitare gli sviluppatori nel progettare soluzioni ad hoc per WHS.

Code2Fame si è concluso con la consegna dei premi promessi. Questi i vincitori annunciati dal Windows Home Server Blog:

  • Andrew Grant ha vinto 10.000 dollari grazie al proprio Whiist. Trattasi di un add-in gratuito che permette di aprire il proprio server all’interazione esterna. È possibile creare un vero e proprio sito web ospitato in locale oppure prelevare dall’esterno immagini in una cartella la quale può anche essere limitata ad un pubblico privato;
  • David Wright si è posizionato in seconda piazza con il proprio Jungle Disk. Permette di ottenere uno storage remoto gratuito sfruttando l’infrastruttura S3 di Amazon. Lo scopo dell’applicazione è quella di archiviare i dati più importanti che WHS potrebbe perdere in seguito a disastri quali incendi o rotture hardware. S3 è un sistema a pagamento ed è facilmente prevedibile una sua futura sostituzione nel progetto con lo storage remoto di casa Microsoft (Windows Live SkyDrive);
  • la terza posizione è di Prakash Gautam e del suo Community Feeds for Windows Home Server: l’add-in permette di leggere feed da Xbox 360 (o altro device compatibile con Windows Media Connect) con tutta una serie di opzioni intuibili dagli screenshot presenti sulla pagina illustrativa messa a punto dall’autore.

Notizie su: