QR code per la pagina originale

Le “integrated communications” in azienda

,

La maggior parte delle aziende sono collegate in rete con connessioni ADSL, con gli ultimi sviluppi a questa tecnologia è stata integrata la possibilità di telefonare, videocomunicare, scambiare dati, condividere dati, effettuare videoconferenze tra più sedi e persone dislocate in varie parti del mondo, il tutto al solo costo di una connessione dati.

E chiaro come l’introduzione di questo nuovo comunicare, peraltro già molto diffuso, ha portato degli enormi benefici a chi li utilizza, sia dal punto di vista dei costi che da quello della produttività aziendale.

Prendiamo come esempio la videocomunicazione confrontando una videochiamata, che utilizza telefonini UMTS e una che utilizza skype, la prima ha un costo, la seconda no, nella prima la videochiamata sarà tra due interlocutori, nella seconda possono essere più di due, senza dimenticare che durante la chiamata, gli interlocutori possono scambiarsi di tutto, file, lavagne condivise, agenda, ecc…

Vantaggi che hanno portato le software house a rendere disponibili, nuovi prodotti, sia gratuiti che a pagamento, a disposizioni delle aziende, liberi professionisti e privati, che in questo modo possono interagire tra di loro, quindi non solo comunicazione integrata in azienda, ma anche tra azienda-cliente.

Sicuramente la comunicazione full-ip non avrà limiti, se non quelli strutturali, per la mancanza a volte di investimenti e di una rete, che come ben sapete in Italia, certo non gode di ottima salute.

Nel video allegato a questo articolo, alcune opinioni di addetti del settore, che hanno partecipato al Roma Caput Media 2007.

Notizie su: