QR code per la pagina originale

Yahoo rilancia il proprio sistema di ricerca

Cercando di fa confluire tutte le sue attività e tutti i database ai quali ha accesso esclusivo, come quello di Flickr, la società di Sunnyvale cerca di tornare ad innovare nella sua attività principale: la ricerca. Tra le novità anche il Search Assist

,

Jerry Yang è di nuovo seduto sulla poltrona più importante di Sunnyvale da pochi mesi eppure già le novità si fanno sentire. Innanzitutto arriva il Search Assist, una funzione per le ricerche che Google già propone e che prevede una funzione tale per cui mentre vengono digitate le query nel campo di ricerca si apra in automatico all’occorrenza un menù a tendina che suggerisce le parole o le combinazioni di parole più usate relativamente a quanto digitato. Trattasi però di un aiuto che Yahoo propone solo se l’utente è in difficoltà nella convinzione che gli assistant sempre presenti infastidiscono gli utenti senza aiutarli.

Yahoo Search Assist

Yahoo Search Assist

Ma i cambiamenti sono anche più profondi. È stato cambiato il layout dei risultati che ora presenta sulla destra tutte le pubblicità contestuali e nel pieno della pagina i risultati della ricerca; in più Yahoo cerca di far confluire nei suddetti risultati tutte le sue informazioni esclusive dei propri database. Adesso infatti i risultati delle ricerche non saranno necessariamente divisi per categorie a seconda che si cerchi in Yahoo, Yahoo!Images, Yahoo!Video o Shopping ma, qualora ci siano risultati rilevanti nelle altre categorie, li visualizzerà direttamente nella pagina, basandosi peraltro anche sull’importante database di Flickr.

Altro aspetto che sta catalizzando le attenzioni del nuovo corso di Yahoo è la localizzazione (cosa che fa automaticamente anche Google con le tag e le indicazioni di Google Earth) oltre all’integrazione con gli eventi presi dal calendario sociale Upcoming.org e le quotazioni o le informazioni da Yahoo!Finance.

Notizie su: