QR code per la pagina originale

Leopard, conto alla rovescia per il nuovo sistema operativo di Apple

,

MacOSX 10.5 Leopard è praticamente pronto. Nelle ultime settimane sono state distribuite varie build con la correzione dei bug ancora presenti.

Negli ultimi giorni, tuttavia, le build rilasciate presentavano solo piccoli ritocchi e quindi gli sviluppatori sono piuttosto sicuri che l’ultima sia una “Release Candidate”, ovvero la versione candidata a diventare “Golden Master” (quella che verrà poi mandata in stampa su DVD e distribuita).

Solitamente Apple impiega una trentina di giorni nella stampa e nella distribuzione del sistema operativo; in molti si chiedono se Jobs riuscirà a mantenere la promessa fatta lo scorso Giugno.

Leopard, infatti, dovrebbe arrivare nei negozi entro Ottobre, i tempi sono davvero stretti ormai e alcuni temono che l’arrivo nei negozi possa tardare ancora, anche se solo di qualche giorno.

C’è già chi comincia a vedere in questi ritardi una crisi di Apple troppo impegnata in dispositivi nuovi come l’iPhone per curare a sufficienza lo sviluppo del sistema operativo.

Addirittura c’è chi fa un paragone tra il ritardo nell’uscita di Vista e il ritardo di Leopard. In realtà le cose sono molto diverse.

Leopard ha tardato solo di sei mesi, Vista di qualche anno; inoltre in Vista sono stati smentiti numerosi progetti (ad esempio l’adozione di un nuovo file system) mentre in Leopard non ci sono mai state smentite (anche se in effetti alcuni utenti si aspettavano una sorpresa finale visto che di Time Machine e degli Spaces si parlava dal 2006).

Apple ha dovuto certamente spendere molte risorse e molto tempo per iPhone, ma io credo che il problema più grosso sia stato trovare un modo per migliorare veramente un sistema operativo già ottimo quale è Tiger.

Per l’interfaccia Apple ha scelto di cavalcare il successo di iTunes, per il resto, a parte Time Machine e gli Spaces si è lavorato soprattutto “sotto al cofano” rendendo tutto a 64bit, più agile e migliorando un po’ ogni funzione e ogni applicazione inclusa. Niente a che vedere con le novità di Vista.

Comunque sia manca davvero poco, presto i nostri Mac potranno godere delle innovazioni del nuovo sistema operativo; a proposito, avete già preso l’hard disk esterno per Time Machine?

Notizie su: