QR code per la pagina originale

Il caso Radiohead

,

Siamo tutti molto lieti (lo dico senza finta enfasi) della decisione dei Radiohead di mettere in vendita il loro nuovo album a partire dal 10 ottobre unicamente dal loro sito internet (a dire il vero ci sarà in vendita nei negozi anche una versione premium da 40 sterline con CD, vinile e download autorizzato).

E’ una decisione che ha fatto il giro della rete (ormai lo saprete) perchè il prezzo dell’album comprato dal sito è deciso da ogni singolo compratore, la perfetta applicazione del principio che l’offerta è determinata dalla domanda. L’operazione è molto interessante e utile ma tuttavia a mio parere non replicabile.

Grazie a questo esperimento dei Radiohead infatti sarà possibile stabilire molte cose, dal danno effettivo della supposta pirateria (l’album viene venduto senza DRM), al prezzo effettivo che la gente è disposta a pagare per ciò che vuole (tra esagerazioni da fan e tirchierie di altri, facendo una media ponderata si potrà capire quali possono essere le cifre ottimali), alle possibilità per gli artisti di evitare le intermediazioni delle major.

Ma purtroppo non penso proprio che questo sia un modello replicabile poichè mancando le major a fare da tramite manca la pubblicità. E se la particolare uscita di quest’album è stata strombazzata in lungo e in largo in rete e in qualche giornale mainstream lo stesso non succederà per il prossimo album venduto in questa maniera, a quel punto non sarà più una notizia. Ma non solo, già ora, questo tipo di pubblicità indiretta (cioè per la quale i Radiohead non devono pagare nulla) non è troppo efficace. Sì certo è più positiva di qualsiasi messaggio ma tocca poche persone, prevalentemente fan del gruppo, e manca di raggiungere tutto quel pubblico che compra dischi alla leggera, e che può fare la differenza tra vendite medie e alte. Insomma manca di toccare il GRANDE pubblico, quello che non gira su internet.

Dunque anche io sono felice dell’esperimento ma siamo davvero sicuri che sia un modello di vendita valido per il futuro? Se lo farà un gruppo più piccolo chi verrà a sapere che è uscito un loro album? Si potranno permettere passaggi su Mtv o sulle radio generaliste?