QR code per la pagina originale

Multa da 45 mln di euro per France Telecom

Nonostante siano passati 7 anni dalla denuncia originaria, alla fine l'ex monopolista delle telecomunicazioni francese, ora controllante il brand Orange, è stato condannato a pagare per le agevolazioni illegali date ad una società sussidiaria

,

France Telecom alla fine è stata multata: nonostante il numero uno delle telecomunicazioni francese si fosse ormai convinto o avesse cercato di convincere l’opinione pubblica di essersi lasciato alle spalle la causa per abuso di posizione dominante, ora la giustizia ha bussato alla sua porta.

France Telecom, attualmente controllante Orange, aveva definito quelle pratiche «vecchie e seppellite». Eppure adesso, nonostante siano passati quasi dieci anni dal crimine di cui è accusata, è arrivata la condanna a pagare una multa di 45 milioni di euro.

La condanna in questione fa riferimento a quando la società agevolò Wanadoo, compagnia ai tempi controllata da France Telecom, nella fornitura di servizi internet. La cosa destò l’attenzione di T-Online e Liberty, le due società che unirono le forze per denunciare l’allora monopolista.

La multa dell’Authority potrebbe tuttavia essere ridotta del 25% qualora France Telecom accettasse di mettere in atto tutta una serie di misure atte ad impedire che in un futuro si possano verificare altre violazioni delle leggi sulla concorrenza.

La condanna non manca di far crescere i dubbi sulle altre operazioni compiute dal colosso nel corso degli anni, specialmente se si considera che oggi ha il 49% del mercato mentre nel 2001 deteneva il 90%. Del resto recentemente anche Telefonica, altro incumbent ereditato dal passato, ha subito in Spagna una pesante multa di 150 milioni di euro per la politica di vendita delle connessioni broadband. L’Italia, in questo percorso, ha notoriamente vissuto difficoltà ulteriori.

Notizie su: ,