QR code per la pagina originale

Taptu.mobi, un esempio di mobile web da seguire

,

Mi trovo a sperimentare con divertimento siti web che fruibili da palmari e smartphone, anche per verificare quanto viene dato corso alle parole di Tim Berners-Lee, sognando un giorno l’accessibilità totale del web sia sui browser desktop che su device mobili:

The Web is about universality. It is independent of the hardware you are using, of the operating system, or the application software, and of the actual network by which you are connected.

Stavolta mi sono imbattuto in un sito che mi ha lasciato davvero impressionato: taptu.mobi, realizzato dallo stesso team dietro a Taptu, un motore di ricerca per piccoli schermi, con particolare predilezione per i social-network.

Taptu.mobi in pratica cerca le parole chiave che gli vengono fornite all’interno di siti contenenti canzoni, testi, biografie di artisti e gruppi, videoclip e foto, restituendo i risultati ordinati appunto per tipologia di contenuto.

Si possono così ascoltare MP3 o vedere video del proprio cantante preferito, assieme alle foto che lo ritraggono o alle sue pagine su Wikipedia.

Laddove la visualizzazione dei contenuti non sarebbe possibile dal palmare Taptu interviene, magari trasformando un video Flash di MySpace in un molto più supportato video 3GPP, oppure riadattando grazie ad appositi proxy le pagine di MySpace, o sfruttando servizi dedicati come Wapedia.

Non è detto che in un futuro le ricerche vengano estese anche ad altri ambiti, quali sport, film, viaggi e molto altro.

Notizie su: