QR code per la pagina originale

SecondLife: opportunità di business reali

,

Da molti mesi ormai anche in Italia si parla molto di SecondLife, il mondo online creato da Linden Lab che ha riscosso (e riscuote tutt’ora) grande successo prima in USA e poi anche in Europa, “invadendo” piano piano vari paesi.

Anche l’Italia è stata toccata da questa notizia che ha fatto parlare molto di sé anche sulla stampa tradizionale. Ogni qual volta un’azienda investiva in SL e comprava un’isola il Corriere e altri giornali analoghi le dedicavano un bel trafiletto. La cosa si era fatta talmente automatica che molte aziende sono andate su SL giusto per avere quella spinta promozionale sui media tradizionale, senza pianificare vere strategie sul media innovativo.

Da qualche tempo, invece, assistiamo al fenomeno inverso, sempre sui media tradizionali, infatti, si sente parlare da più parti di “flop”, attese deluse e altre amenità che portano la stampa a fare affermazioni contrarie a quelle di partenza. Stiamo insomma cavalcando tutto il “Hype Cycle”, ovvero di entusiasmo-delusione rappresentato graficamente per la prima volta da Gartner, nota società di analisi specializzata nel mondo IT.

SecondLife può rappresentare un’occasione unica per le PMI. Siamo infatti nella fase di sperimentazione e esplorazione di una realtà tutta nuova. Non è infatti solo nuova la tecnologia, ma è anche e soprattutto nuovo il modo in cui si deve pensare il business in SecondLife. Cambia il marketing, cambia il modello di business, cambiano le competenze necessarie per operare in questo mercato. Le prime aziende che sperimenteranno questo nuovo settore saranno quelle che, ad esplosione e diffusione di massa avvenuta, trarranno i maggiori benefici dati da una solida posizione guadagnata negli anni e un’esperienza che farà la differenza.

Ovviamente bisogna sapere cogliere con saggezza e prudenza le nuove opportunità, per evitare di lanciarsi in avventure incoscienti che ricordano la bolla di fine millennio. L’ideale è quindi farsi guidare da società che operano nel settore, capaci di canalizzare correttamente energie e progetti all’interno di SecondLife. A SMAU 2007 era presente Max Ramaciotti di Second-Key che ha bene illustrato alcune delle tante opportunità di business che ci sono “out there” in SecondLife. Proprio Second-Key è la società italiana che ha portato in SecondLife progetti di società come MTV, Style Magazine del Corriere della Sera e molte altre.

Notizie su: