QR code per la pagina originale

In arrivo una nuova ondata di Windows Live

Sarebbe ormai imminente il rilascio di Windows Live Wave 2, la seconda serie di servizi online di Microsoft. Tra tante conferme e alcune novità, molti programmi termineranno la loro fase di beta. Disponibili inoltre gli indirizzi @live.it

,

Secondo alcuni rumors, Microsoft si starebbe apprestando a lanciare una nuova versione dei suoi servizi Live nella notte di mercoledì 7 novembre. La notizia, che al momento non trova ancora molte conferme, è nata dalla dichiarazione rilasciata lo scorso settembre – e mai smentita – dal vice presidente della divisione francese di Microsoft Laurent Delaporte. In un incontro con i giornalisti, egli aveva indicato il 7 novembre come la probabile data di uscita di “Windows Live Wave 2”, la seconda "ondata" di servizi online offerti da Redmond ai suoi milioni di utenti.

L’aggiornamento degli applicativi Live dovrebbe comprendere numerose conferme e alcune novità. Dopo una fase di beta durata alcuni mesi, verrà rilasciata la versione definitiva di Windows Live Messenger 8.5. Il famoso sistema di comunicazione online potrebbe giovarsi di una nuova serie di account con estensione “live@.com” e analoghi domini geografici come “@live.it”. Windows Live Messenger sarebbe poi definitivamente affiancato al programma di gestione per la posta elettronica Live Mail, che ha recentemente superato le ultime fasi di beta. Ai programmi per la comunicazione online si aggiungerebbe una serie di applicativi già conosciuti: una versione rivista e corretta di Writer, il word processor per blog, e una nuova impostazione di Photo Gallery, il programma per gestire e condividere fotografie online.

Molta attenzione è stata infine dedicata agli applicativi al loro primo grande debutto. Con la "Windows Live Wave 2" dovrebbe uscire dalla fase di beta OneCare Family Safety, il programma creato appositamente per gestire e rendere sicura la connessione al Web per i minori. L’applicazione permette non solo di limitare l’accesso alla Rete, ma anche di monitorare i contatti con cui entrano in relazione i minorenni e le loro attività online. A terminare la propria fase di beta dovrebbe esserci anche il servizio SkyDrive, che consente l’archiviazione e la condivisione di file in linea protetta e criptata con password. Se la previsione pronunciata da Laurent Delaporte sarà confermata, entro questa settimana quasi tutti i servizi di Windows Live termineranno la loro fase di beta, divenendo progressivamente disponibili a livello internazionale.

Notizie su: