QR code per la pagina originale

Seconda ondata di Windows Live

Microsoft ha reso pubblica la versione definitiva della suite Windows Live, il pacchetto di servizi Web firmato dal gruppo di Redmond. Particolarmente interessante la possibilità di ottenere un indirizzo @live.it per la sottoscrizione di Windows Live ID

,

Windows Live, la suite realizzata da Microsoft per offrire agli utenti Windows un pacchetto di programmi gratuiti tramite i quali gestire email, instant messaging, blogging e foto, è uscita dalla fase ‘beta’ ed è ora disponibile per il download. Poche le differenze rispetto alla precedente versione provvisoria (ad esclusione del supporto per Vista a 64 bit) mentre spicca la possibilità di ottenere un indirizzo del tipo @live.it al momento della registrazione del proprio Windows Live ID.

Microsoft pubblicizza il nuovo nato come un aggiornamento gratuito per Windows, il grado di offrire agli utenti Windows un pacchetto di software e servizi attraverso i quali scoprire nuove modalità di connessione e condivisione. La suite comprende Windows Live Mail, attraverso la quale risulta possibile gestire diversi account web-based (tra cui Gmail, AOL e Hotmail), anche nel caso l’utente si trovi in modalità offline; Windows Live Photo Gallery, per manipolare, organizzare e pubblicare su Internet le proprie foto; Windows Live Writer, tramite il quale gestire il proprio blog; Windows Live Messenger 8.5, popolare programma di messaggeria istantanea aggiornato dalla precedente versione 8.1 e già proiettato verso una più radicale revisione con la prossima versione 9.0.

Per fruire al meglio di tali strumenti è necessario richiedere un Windows Live ID, il quale sostituisce il precedente Passport ID. Al momento della sottoscrizione è possibile creare un indirizzo del tipo @live.it; per maggiori dettagli sulla procedura è possibile consultare l’apposito post sul blog di Webnews. L’installazione delle varie applicazioni è possibile tramite un installer unico con il quale gestire ogni singolo modulo della suite (ivi comprese alcune funzionalità relative a toobar e Windows Live Search).

Notizie su: