QR code per la pagina originale

Quando Google posizionerà solo con il traffico

,

È ben noto a tutti gli addetti ai lavori come Google abbia eseguito l’update del PageRank con l’intento primario di avvertire i link seller e, probabilmente, svalutando tutti i “collegamenti ipertestuali” indirizzati a contenuti non a tema.

Questa revisione del valore dei link ha probabilmente avuto come protagonista un aggiornamento più o meno automatico del PR dove si sono visti possibili errori di calcolo (Youtube PR8 > PR3 > PR8) e svalutazioni difficilmente interpretabili (ultimamente la svalutazione dei siti minori di comunicati stampa).

Tutte queste modifiche (affatto dannose ai fini di traffico e posizionamento) inducono a pensare come Google stia cercando sempre più di restringere la rilevanza degli elementi influenzabili dai webmaster.

Lo scenario più gettonato sembra essere quello in cui il motorone californiano ci offrirà risultati delegando agli utenti/visitatori la responsabilità di mettere in evidenza l’autorevolezza e la rilevanza di un sito, in rapporto a determinate chiavi di ricerca.

Uno scenario del genere comporta l’assimilazione di dati quali il traffico sui siti visitati dagli utenti e i click sulle SERP per le varie chiavi di ricerca.

È allora molto probabile che in futuro i backlink influiscano esattamente come i fattori on page attualmente, con un conseguente sopravvento del traffico come metrica di classificazione primaria dei siti da mettere in SERP.

Mi chiedo quindi che fine faranno allora i trend attuali, che vedono produrre siti ricchi di link testuali, ai limiti della sovra ottimizzazione, quelli che hanno visto lo stesso Google protagonista di una simpatica rappresentazione?

Come dovranno (o potranno) essere i siti web del futuro, incentrati sulla manipolazione delle variabili-utente? I SEO si concentreranno finalmente sull’esclusiva produzione di contenuti di qualità o troveranno stratagemmi per la sovra ottimizzazione lato utente?

Poi, chissà se esisterà qualcuno che loderà big G di aver “standardizzato” il web ed averlo depurato dai trucchetti dei web-pubblicitari più aggressivi (tra tutti lo spam e gli spam engine) :)

Notizie su: