QR code per la pagina originale

Consigli per gli acquisti

,

Natale è ormai alle porte portando con sé gioia, pace, amore, parenti e gli immancabili regali, da ricevere, ma soprattutto da fare. Se avete dei figli e/o dei nipoti tra gli 8 e i 17 anni, vi farà forse piacere sapere che, almeno statisticamente, 8 ragazzi su 10 si aspettano come dono un videogioco. La cosa mitiga la vostra ansia da regalo natalizio? Ottimo! Vi sentite invece ancora più agitati? In tal caso una guida all’acquisto non può che essere la benvenuta.

Il rivenditore di videogiochi Game Crazy ha pubblicato online la “Parent’s guide to game buying“, contenente al suo interno tutto ciò che i genitori dovrebbero sapere quando decidono di regalare un videogioco ai propri figli. Si inizia con una panoramica sulle console disponibile sul mercato, per poi cercare di associare gli interessi dei ragazzi ad alcune tipologie di videogiochi.

L’equazione è semplice: a vostro figlio piace leggere? Allora per lui ci vuole un bel gioco di ruolo. Gli piace la fantascienza? Un bel Fantasy Game! Adora invece i puzzle o gli scacchi? Un bel gioco di strategia. Se invece adora il dialogo e la socializzazione, non fatelo andare fuori a giocare con gli amici, ma regalategli un bel gioco d’avventura. Se infine adora gli sport, comperategli un bel gioco ispirato al calcio, al basket, o a qualche altro sport. Non può mancare infine una panoramica sui simboli utilizzati per il cosiddetto “game rating”, in modo che un genitore non corra il rischio di regalare ai propri figli un prodotto non adatto alla loro fascia di età.

Ma le cose, pur potendo contare su di una guida, non sono così semplici: secondo un sondaggio effettuato sempre da Game Crazy, il 45% dei giovani intervistati si aspetta di ricevere un gioco non desiderato (oppure non adatto al loro sistema), il 75% è convinto di non ricevere tutti i giochi desiderati, mentre il 33% èconvinto di non riceverne alcuno. Il 62% dei ragazzi chiederà un gioco con un rating superiore alla loro età, mentre il 58% si aspetta un gioco con un rate inferiore alla loro fascia di età.

Il mondo dei videogiochi non è popolato di soli maschi, come si potrebbe essere tentati a credere o come (forse) accadeva molti anni or sono: secondo le ultime ricerche il 38% di chi apprezza l’intrattenimento elettronico appartiene al gentil sesso. In tale caso, la scelta del regalo diventa ancora più ardua. Quali saranno mai i videogiochi adatti ad un pubblico femminile? Lou Kesten, Associated Press Writer, suggerisce di partire da un semplice assunto: le femmine adorano creare le cose, i maschi adorano romperle! Non regalate quindi a vostra nipote “Halo 3”, poiché le si stringerebbe il cuore a sparare a oggetti animati ed inanimati; puntate invece sul mitico “The Sims“, dove le persone si devono far crescere, non distruggere in mille pezzi, ma anche “Guitar Hero” sembra attirare l’attenzione del pubblico femminile, il quale adora lanciarsi in improbabili jam session. Per il pubblico più giovane può essere indicata la serie “Image” di Ubisoft, che comprende “Babyz”, “Fashion Designer,”, “Animal Doctor” e “Master Chef”, tutti prodotti in cui ci si deve prendere cura di qualcuno o si realizza qualcosa, rispettando così appieno lo spirito ludico femminile (almeno secondo Kesten).