QR code per la pagina originale

A chi non piace iTunes?

,

Il jukebox della Apple può essere al centro di diverse polemiche legate all’iTunes Store e al fatto di essere l’unico software (ufficiale) con il quale si possono mettere canzoni negli iPod.

L’argomento è complesso ma in questa sede vorrei analizzare il lato puramente informatico di quella che giudico un’applicazione molto raffinata.

Fondamentalmente iTunes eleva la gestione dei brani a un livello superiore, pensateci, quando lo usate non dovete preoccuparvi dell’organizzazione fisica della vostra libreria musicale (anzi multimediale), non vi interessa il nome del file di una canzone oppure la sua estensione o la cartella nel quale viene memorizzato.

Tutti questi dettagli tecnici vi sono nascosti e avete a che fare con delle entità di livello più alto: i brani. Un brano ha un titolo, un artista, una copertina e così via… Personalmente lo ritengo uno dei maggiori punti di forza di questo software, prima ancora di coverflow (ormai sdoganato a tutto Mac OS X), delle smart playlist o del download delle copertine.

Eppure qualcuno potrebbe non gradire tanto l’idea di dover avviare un’applicazione prima di scegliere il brano da ascoltare e potrebbe preferire il classico doppio click direttamente sul file audio. Quello che vorrei capire è come la vedete voi.

Vi trovate d’accordo con l’approccio di iTunes e spendete nottate a sistemare ogni singolo tag/copertina/testo oppure organizzate (e lanciate) manualmente i file della vostra libreria musicale.

Notizie su: