QR code per la pagina originale

Una rete Wi-max per controllare la tangenziale di Milano

,

Pare proprio che il Wi-max in questo momento faccia gola a molti. Oltre alle aziende che puntano su ICT e telecomunicazione ed alla numerosa massa di persone tagliate fuori dal digital divide questa nuova tecnologia senza fili pare interessare a operatori di altri settori quali la società autostradale Milano-Serravalle.
Eh sì, la nota società (odiata da molti automobilisti di Milano per i costi dei suoi pedaggi) sta portando avanti dei lavori per la creazione di ponti Wi-max che rendano possibile il telecontrollo delle vasche Volano (vasche che permettono il deflusso delle acque che si accumulano sulle tangenziali di Milano e sulla A7 Milano-Serravalle) da parte del centro di controllo.

In questo modo si dovrebbe poter agire in tempo reale ottimizzando sia l’economia dell’operazione (addetti sul posto e centri di controllo periferici) sia la sua entrata in funzione. Affermata l’indiscussa utilità del progetto ciò che fa dibattere sulla sua attuazione è la sicurezza del sistema. Un accesso non autorizzato al pannello di controllo può causare danni alla circolazione ed alla sicurezza dei clienti della società: proprio per questo è necessario dotare il tutto dei più alti standard di sicurezza e proprio per questo il preventivo dei lavori pare essere in costante aumento. I cantieri sono già in atto, ma l’utilizzo del risultato di questo progetto non è ancora apparso chiaramente dalle dichiarazioni della società. Dovremo aspettare di vedere la fine dei cantieri per riuscire a capire se tutto questo lavoro verrà utilizzato per dare una svolta alla tecnologia viabilistica ed ingegneristica italiana.

Notizie su: