QR code per la pagina originale

L’IPTV 2.0 secondo Fastweb

,

L’IPTV come servizio autonomo, non collegato ai servizi di voce e navigazione, a proporlo è Fastweb, il primo provider che nel 2001 cominciò a offrire i servizi televisivi su Internet.

La scissione del triple play da parte di Fastweb è il segno di una raggiunta maturità dei servizi IPTV, offerti non solo come “gadget” aggiuntivo e in qualche modo “subordinato” rispetto alla telefonia e alla navigazione Internet.

Per Andrea Conte, direttore Residential & Business di Fastweb, è una novità assoluta:

Per la prima volta al mondo l’IPTV viene proposta come servizio a se stante.
Con noi nasce la prima offerta di TV via cavo in Italia, con funzionalità interattive all’avanguardia. Un’offerta che guarda alla seconda generazione dell’IPTV e che perciò abbiamo battezzato proprio IPTV 2.0.

In aggiunta ai servizi di IPTV la funzionalità My Media Center permetterà di guardare foto, video ed ascoltare la musica che si trova sul proprio PC direttamente sulla TV. Altra caratteristica dell’offerta è la disponibilità di film e documentari ad alta definizione versando una tantum.

In realtà non è ben chiaro, oltre lo slogan ad effetto, cosa ci sia di 2.0 in questa IPTV di
Fastweb: la capacità dell’utente di partecipare e contribuire alla produzione dei contenuti, caratteristica principe del 2.0, sembra ridotta alla possibilità di visionare dalla propria TV i contenuti presenti sul proprio PC.

L’offerta, denominata “Guarda“, permette la visione di tutti i canali nazionali, con i servizi “ReplayTv” (per rivedere la programmazione degli ultimi tre giorni) e “VideoRec” (il videoregistratore digitale programmabile da TV e dal PC), dei canali gratuiti del digitale terrestre e di canali tematici. FastwebTv viene proposta a 20 euro al mese più contributo di attivazione, dando al cliente il vantaggio di avere a disposizione, con una tariffa a consumo, anche i servizi voce e di navigazione Internet.

Inoltre, è disponibile il servizio di “Video On Demand”: migliaia di titoli a scelta tra cartoni animati, documentari, video clip musicali, sport e fiction. È possibile associare tutta l’offerta di Sky senza parabola (a partire da 15 euro al mese).

La nuova offerta televisiva di Fastweb è promossa attraverso due spot ideati da Publicis e pianificati da Mindshare. Testimonial della campagna è sempre Valentino Rossi, alle prese con il nuovo decoder interattivo: Piscina e Calcio.

Notizie su: