QR code per la pagina originale

Amazon e Pepsi regalano un miliardo di MP3

Pepsi ha scelto Amazon come nuovo partner per avviare una promozione in grado di regalare un miliardo di brani musicali MP3. Dopo aver soppiantato Apple, Amazon sta cercando di spingere le case discografiche ad adottare il suo formato privo di DRM

,

Ritorna la promozione portata avanti da Pepsi all’insegna della musica: la ditta produttrice della popolare bibita gassata ha stipulato un accordo con il portale Amazon per offrire la possibilità di scaricare gratuitamente fino ad un miliardo di brani musicale in formato MP3. La promozione, che vedrà il suo inizio il 3 febbraio 2008, verrà annunciata nel corso della lunga notte del Super Bow, esattamente come era successo nel 2004, anno in cui Pepsi aveva proposto una iniziativa molto simile assieme ad Apple. I consumatori abituali di Pepsi non si aspettino però di poter scaricare un gran numero di brani: saranno richiesti infatti ben cinque tappi per poter aver diritto ad una canzone omaggio da prelevare da Amazon.com.

Secondo quanto riportato su Billboard.biz, noto portale destinato agli operatori del mercato discografico, l’accordo Pepsi-Amazon avrebbe il fine ultimo di effettuare una certa pressione sulle compagnie discografiche affinchè adottino il formato MP3 privo di DRM per distribuire la loro musica, allineandosi così alla scelta effettuata da Amazon di vendere solamente musica senza gestione dei diritti digitali.

Uno spostamento dell’asse DRM-MP3 sembra comunque aver già coinvolto il mondo della discografia: Wal-Mart, il più grande rivenditore di beni al mondo, ha chiesto esplicitamente alle etichette discografiche di pubblicare su walmart.com musica nel solo formato MP3, mentre Universal Music Group (UMG) offre già con successo nel suo catalogo 85 brani su 100 codificati in quest’ultimo formato. Hollywood Records sta effettuando un test relativo alla distribuzione di file MP3 su Amazon e walmart.com, mentre EMI ha già da tempo messo a disposizione un ampio catalogo in formato mp3 libero da DRM, con una qualità particolarmente elevata che raggiunge i 320 Kbps.

Nonostante Amazon abbia chiesto la partecipazione alla iniziativa da parte di tutte le case discografiche più prestigiose, l’adesione è stata per il momento solamente parziale a causa del prezzo proposto per le tracce, solamente 40 centesimi a brano anzichè i regolari 65/70 centesimi o i 70 centesimi offerti da Apple nella precedente promozione.