QR code per la pagina originale

LiveJournal diventa russo

La storica piattaforma di social networking Live Journal passa di mano lasciando la Six Apart per diventare proprietà di SUP, una media company russa. Sarebbe proprio in Russia, infatti, la community più folta basata sul sistema passato di mano

,

LiveJournal, la prima storica piattaforma di proto-social networking, parte della società Six Apart, è ora diventato proprietà di SUP, una media company con base in Russia. È infatti proprio nell’ex paese sovietico che LiveJournal ha la sua comunità più folta e già dal 2006 la direzione locale era stata affidata a SUP.

Ormai parte della storia del web, LiveJournal è stato uno dei primi siti in assoluto a sfruttare il concetto di unione del lavoro di diversi utenti in un network che avesse finalità sociali, sperimentando per primo alcuni servizi che in seguito sarebbero diventati lo standard del social networking come i sistemi di notifica di mail o messaggi istantanei, deviazioni su mobile, moderazione dei commenti, temi e template, eccetera.

Purtroppo poi negli anni la società non è riuscita a rimanere al passo dei rivali più incalzanti come Facebook e MySpace, fallendo nell’aggiungere nuove e interessanti funzionalità al core service. E proprio con l’idea di riguadagnare il terreno perduto la SUP pianifica un investimento tra i 10 e i 100 milioni di dollari più la costituzione di un nuovo comitato direttivo che comprenda esponenti della community di LiveJournal al pari di esperti del settore. Curiosamente nel comitato dovrebbe esserci anche Brad Fitzpatrick, il fondatore della piattaforma che ora lavora per Google. Six Apart comunque continuerà a rappresentare la piattaforma presso gli sponsor e gli investitori per almeno il prossimo anno.

«Abbiamo un immenso rispetto per la comunità di LiveJournal, e siamo felici di vedere che la nostra esperienza non si perderà» ha affermato Chris Alden, CEO di Six Apart: «siamo stati piacevolmente impressionati dalla buona volontà profusa da SUP, nella gestione della sezione russa di LiveJournal. Hanno introdotto nuove funzioni, quasi raddoppiato il numero degli utenti, investito nel miglioramento prodotti chiave, rendendo giustizia ad uno dei più innovativi social network del mondo».

Ad Alden non ha mancato di fare eco Andrew Paulson, CEO di SUP: «avendo potuto conoscere LiveJournal nell’anno passato, vediamo un incredibile potenziale nello sviluppo del business in tutto il mondo; e in America ha già dimostrato la sua affidabilità. Crediamo sia una grandissima opportunità».

Notizie su: