QR code per la pagina originale

Acer è il nuovo sponsor olimpico

Dal 2009 Acer sarà il nuovo sponsor olimpico al posto di Lenovo, che abbandonerà dopo Pechino 2008. Il nuovo accordo raggiunto con il Comitato Olimpico comporterà un considerevole impegno per Acer, ma anche un ottimo ritorno d'immagine

,

Ad appena un giorno dalla decisione di Lenovo di non rinnovare la propria partnership con i Giochi Olimpici oltre l’evento di Pechino 2008, giunge oggi l’annuncio di una nuova intesa tra Acer e l’organizzazione olimpica. La casa produttrice di PC, e concorrente diretta di Lenovo, ha stipulato un accordo della durata di tre anni con il Comitato Olimpico Internazionale (OIC). Il patto ricorda molto da vicino il contratto stipulato tre anni fa con Lenovo e basato sul binomio Torino/Pechino: Acer assicurerà il proprio supporto tecnico e finanziario sia per i giochi invernali di Vancouver 2010 che le Olimpiadi estive di Londra 2012.

«Siamo entusiasti di accogliere Acer nel TOP Partner Programme nel 2009. Per l’organizzazione olimpica, questo accordo porterà nuove risorse per mettere in scena i Giochi di Vancouver e Londra, con supporti tecnologici, logistici e risorse umane» ha dichiarato il responsabile dell’OIC Jacques Rogge, che non ha esitato a ringraziare ancora Lenovo per l’impegno e il lavoro che svolgerà per Pechino 2008. Medesimo tono entusiastico anche nelle dichiarazioni di Gianfranco Lanci, presidente di Acer: «Sarà come essere parte di una grande comunità di uomini e donne che, sebbene provino emozioni e sensazioni diverse, sono guidati dall’intenzione comune di costruire un dialogo basato sulla solidarietà e l’aiuto reciproco. Vista in questa prospettiva, le differenze diventano positive per tutti, qualcosa che è coerente con gli obiettivi di Acer tesi a creare soluzioni tecnologiche semplici da usare e create per persone vere con reali necessità».

L’accordo olimpico costituisce una grande opportunità per Acer, ma anche uno sforzo produttivo ed economico considerevole. Gli sponsor appartenenti al programma TOP spendono ogni anno centinaia di milioni di dollari per supportare le attività delle Olimpiadi. Nei suoi tre anni di sponsorship con l’OIC, Lenovo ha messo a disposizione più di 20.000 dispositivi tra PC, notebook e periferiche, cui vanno aggiunti i cinquecento uomini costantemente impegnati sul fronte olimpico per il comparto informatico. I trend di spesa e impegno produttivo per le Olimpiadi seguono in continua crescita: è quindi ipotizzabile che Acer dovrà investire molto di più di quanto non abbia fatto fino ad ora Lenovo. I benefici, in termini economici e di immagine, superano comunque ampiamente i costi per finanziare l’enorme macchina organizzativa dei Giochi Olimpici.

Notizie su: