QR code per la pagina originale

Vista SP1 e Server 2008 alla release candidate

Sono già online le versioni di prova del primo grosso aggiornamento a Windows Vista e della RC1 del nuovo sistema operativo per server di Microsoft. La prima release pubblica è prevista per l'inizio del prossimo anno

,

Da mercoledì sono pronte le versioni di test del primo attesissimo Service Pack per Windows Vista e della Release Candidate 1 di Windows Server 2008, due software la cui versione pubblica dovrebbe vedere la luce intorno al 27 Febbraio assieme a SQL Server 2008.

Per quanto riguarda Vista, l’SP1 introdurrà poche novità e servirà soprattutto a riparare i molti problemi segnalati riguardo il funzionamento, la sicurezza e la stabilità del sistema operativo. Ne sarà disponibile una versione x86 e una x64 in inglese, francese, spagnolo, tedesco e giapponese, le altre lingue dovrebbero arrivare entro 12 settimane.

Per quanto riguarda invece Windows Server 2008, una strada preferenziale è stata lasciata alle aziende che hanno deciso di collaborare con Microsoft istituendo una certificazione “Works With Windows Sever 2008” e offrendo strumenti per fare i test in autonomia. Un’operazione tesa a non far ricapitare i molti problemi di compatibilità con software di terze parti che hanno afflitto Vista dal suo esordio. Chi poi ha il certificato Works With potrà anche sottoporre il proprio software al test per la validazione “Certified for Windows Server 2008” che indica un livello ancora maggiore di compatibilità.

Per il Windows Vista Service Pack 1 invece sono le performance e la sicurezza il vero cuore. Il ritorno dalla funzione sleep, la copia dei file e il browsing sono state le prime attività che hanno ricevuto un netto miglioramento dopo le molte lamentele degli utenti. Inoltre è stato diminuito lo spazio necessario all’installer dell’SP1 del 50% dalla dimensione iniziale, senza contare che appena installato il service pack pulisce quasi un gigabyte di file che erano rimasti da precedenti versioni e aggiunge BitLocker, un’applicazione per il criptaggio degli hard drive.

Tuttavia per evitare i problemi che sono occorsi con le scorse versioni dei software e con le prime beta degli aggiornamenti, Microsoft ha deciso di istituire un newsgroup aperto al pubblico che monitorerà di continuo per avere un feedback diretto e per dare supporto in tempo reale.

Ad uscire molto modificata è anche la funzionalità antipirateria: non succederà più che le applicazioni o macchine ritenute “non genuine” dal sistema siano relegate alla modalità a “funzionalità ridotta” ed al suo posto saranno mostrati ripetuti avvisi a procurarsi una copia con licenza.

Notizie su: