QR code per la pagina originale

Il Babbo Natale a luci rosse di Microsoft

,

Non solo rosso, ma a luci rosse. È il babbo natale erotico di Microsoft, già mandato in pensione proprio per la sua disinibizione.

Microsoft ha infatti reso disponibile per le versioni Americana e Britannica di Messenger un Babbo Natale bot, ovvero un sistema automatico che risponde alle domande fatte dai bimbi (un po’ come il caso di Doretta 82).

Quando ha iniziato ad essere volgare ed esplicito, Microsoft è corsa ai ripari.. spegnendogli la spina.

Un irc-bot è un sistema di chat automatizzato, che sfrutta sistemi di intelligenza artificiale per cercare di imbastire una conversazione con l’utente che sta all’altro terminale. Microsoft aveva annunciato questo bot per pubblicizzare il suo sistema di chat, Messenger, con l’occasione delle feste.

Presto sono iniziati i guai. In una conversazione riportata da Gizmodo, questo Babbo Natale è smaliziato, e (se provocato) accenna al sesso orale. In un articolo di PC World si riporta anche la candida ammissione di omosessualità del bot.

Microsoft ha commentato la notizia così:

“Ieri abbiamo saputo che il Babbo Natale automatico di Windows Live Messenger usava un linguaggio inappropriato. Appena lo abbiamo saputo abbiamo tentato di limitare il problema rimuovendo quella parte di termini dallo script. Non soddisfatti, abbiamo deciso di disattivare il servizio”.

Brutta figura, peccato che non fosse stato reso inoffensivo fin da subito… in fin dei conti si sa che quando ha un bot davanti, l’utente smaliziato cerca di fargli dire ciò che non dovrebbe.

Notizie su: