QR code per la pagina originale

Penryn Bug: l’altra faccia della storia…

,

Pare proprio che negli ultimi tempi i bug dei processori si stiano diffondendo come un’epidemia. Dopo la scoperta del bug nelle CPU Phenom e Opteron prodotte da AMD, circolano delle voci secondo cui anche Intel avrebbe scoperto un problema presente nei nuovi processori quad-core Penryn a 45 nanometri.

Secondo la fonte della notizia, le CPU Woldale (Penryn dual-core) verranno messe in commercio nel mese di Gennaio, mentre i modelli Yorkfield (Penryn quad-core) saranno posticipati alla fine del mese di Marzo, proprio a causa della presenza di un bug che produce irreversibili crash del sistema.

E non è tutto: sembra infatti che anche il modello di CPU Core 2 Extreme QX9650, già presente nei listini di vendita, sia affetto dal problema in questione. Al contrario, la fonte indica che i processori Xeon a 45 nanometri sono perfettamente funzionanti.

Intel non ha confermato l’indiscrezione: la società ha annunciato che il lancio delle CPU Core 2 a 45 nanometri è atteso per il primo trimestre del 2008 e che non ci sono ritardi previsti. È stato inoltre puntualizzato che Intel non ha intenzione di commentare le speculazioni che prendono vita nel web.

Nonostante la smentita di Intel, vale la pena di fare due considerazioni: in primo luogo, il ritardo di Intel darebbe modo ad AMD di approntare i nuovi modelli dotati dello stepping B3, in grado di raggiungere frequenze di clock elevate ed essere quindi competitivi nei confronti delle soluzioni Core 2 Quad.

In secondo luogo, viene da pensare che se entrambi i grandi produttori di CPU hanno avuto problemi con il passaggio al processo produttivo a 45 nanometri, forse i tempi non erano ancora maturi per offrire sul mercato questa tecnologia. Non sarà che per motivi di concorrenza, i progetti sono stati fatti un po’ troppo di fretta?

Notizie su: