QR code per la pagina originale

L’evoluzione di Linkedin: da strumento di business a piattaforma

,

Questa è in linea di massima la traduzione del titolo di un articolo di Jeremiah Owyang in cui spiega quali sono le evoluzioni che recentemente hanno caratterizzato Linkedin, il noto social network professionale.

Queste sono alcune delle principali novità:
Restyling funzionale della homepage al fine di centralizzare ulteriormente l’accesso alle informazioni in una direzione sempre più personalizzata. In particolare il restyling riguarda l’inserimento delle “Company News“, ossia notizie relative alla propria azienda e alla concorrenza in formato feed rss, e la possibilità di aggiungere dei Moduli per la ricerca di People, Answers e Jobs personalizzabili da parte dell’utente (ad es. impostare la visualizzazione di People che lavorano nell’azienda XYZ).

Migliorano anche i network update ordinati in ordine cronologico e comprensivi di tutte le informazioni riguardanti le persone del nostro network:

  • quando cambia lavoro;
  • quando fa una domanda;
  • quando ti raccomanda come esperto;
  • quando raccomanda un servizio;
  • quando aggiunge un nuovo contatto al suo network.

Intelligent Application: se da una parte Linkedin punta a creare un accesso centralizzato aggiungendo feature alla sua homepage, dall’altra decentralizza l’accesso al sito e alle sue informazioni con la piattaforma Intelligent Application che consente sia di “esportare” alcune funzionalità di Linkedin e di inserirle in altri siti/blog (ad es. widget) sia di di creare delle applicazioni che possano arricchire il livello di servizio del social network (vi invito a leggere il post di Daniele sull’argomento).

Jeremiah riporta come esempio la partnership con BusinessWeek: gli utenti che stanno leggendo una notizia su BusinessWeek possono decidere di condividerla con i propri colleghi, in un’ottica quindi di “delicious for your network“.

La parte più interessante dell’articolo di Jeremiah, dal mio punto di vista, è quella che viene subito dopo, ossia “Application that could be developed” relative ovviamente alle possibili integrazioni con altri social site largamente utilizzati come ad esempio:

  • Del.icio.us per la condivisione dei bookmark con il proprio network;
  • Upcoming.org per condividere il calendario e tenere traccia degli eventi che possono interessare il network di appartenenza;
  • Google docs, per il collaborative working;
  • Slideshare, per condividere le presentazioni;
  • Map mashup: per cercare persone con un lavoro simile al tuo nella tua zona;
  • SecondLife, per segnalare il proprio profilo ad esempio in occasioni di incontri di business nel metamondo.

Quali sono le applicazioni che vi piacerebbe veder realizzate? Ve ne vengono in mente altre che potrebbero essere utili nell’ottica della crescita di un social network professionale?

Per approfondire ulteriormente l’argomento vi consiglio di leggere anche l’articolo di webnews e il post sul blog di Linkedin.

Notizie su: