QR code per la pagina originale

Cosa sto pagando quando scarico legalmente un film?

,

Esiste un Tavolo Antipirateria Audiovisiva del Ministero delle Comunicazioni i cui compiti e i cui lavori sono facilmente immaginabili e al quale dovrebbero sedere i rappresentanti dei diversi attori della filiera, da chi produce contenuti, a chi li vende nel mondo reale, chi li distribuisce ecc. ecc. A questo tavolo ha chiesto di partecipare anche Film Is Now.

Film Is Now è l’unico portale italiano che cerca di aprire una strada per il download legale di cinema (o comunque video) online. Ci sono certo anche altre realtà come Rosso Alice, ma non hanno le ambizioni di Film Is Now, che seppure a rilento e con sistemi non troppo libertari (ma non è sempre colpa di chi gestisce l’iniziativa) vuole offrire quanto più materiale è possibile.

Con una lettera accorata al ministro Gentiloni e al sottosegretario Vimercati (lettera copiaincollata in fondo al post) Film Is Now perora la sua causa e auspica il proprio ingresso al tavolo. Richiesta che mi sembra molto giusta in quanto, nonostante il poco sviluppo del download legale di cinema in Italia, se c’è un attore importante al momento è Film Is Now.

Tuttavia ho avuto modo in passato di sperimentare il servizio offerto e non l’ho trovato molto soddisfacente…

Non è stata solo una questione di DRM, invadenti, limitanti e fastidiosi (ma solo se il film lo si vuole conservare e non se lo si vuole vedere una volta e basta), quanto di rapporto qualità/prezzo. Comprare un film costa 12? e affittarlo circa 3?, ma la qualità non è assolutamente soddisfacente (quantomeno non per quelle cifre), in più il sistema di download non è il massimo della praticità.

A questo proposito nella lettera c’è un passaggio chiave:

C’è una strada maestra per combattere la pirateria audiovisiva e, in particolare, il download illegale di film e affini. Questa strada si chiama DOWNLOAD LEGALE e noi l’abbiamo intrapresa. E oggi possiamo dire di essere il primo (e forse unico) baluardo contro l’attacco frontale del peer-to-peer non autorizzato

La strada maestra indicata da Film Is Now è molto vaga e questo si rispecchia nella qualità del servizio offerto. Per combattere la pirateria non basta infatti offrire il download legale, ma occorre offrire uno strumento in grado di competere con il gratuito e film a 12? in qualità da P2P non lo sono. Film Is Now sostanzialmente non riesce a rispondere alla domanda: “Perchè dovrei scegliere di pagare?” o meglio “Dato che posso trovare la stessa cosa gratis, cos’è che sto pagando 12??”.

Il punto è che, in linea teorica, per far decollare simili servizi l’utente non dovrebbe pagare il contenuto digitale (sia esso film o musica), quello ormai è considerato un bene gratuito (almeno sotto forma di file) e di questo tocca farsene una ragione.
Ciò che l’utente deve pagare è il servizio cioè la possibilità di trovare quello che cerca, scaricarlo in maniera sicura, avere la garanzia di completezza, avere buona qualità e un buon costumer service. E tutto questo costa molto meno di 12?!

Il prezzo giusto l’ha fissato iTunes che questa regola l’ha capita da tempo, e lo ha confermato l’esperimento dei Radiohead. Quando gli utenti hanno avuto la possibilità di decidere quanto pagare hanno pagato in media più o meno quanto fa pagare il servizio di Apple, che tra le altre cose è una gran servizio, più veloce, più affidabile e più semplice di qualsiasi applicazione P2P.

Di seguito la lettera inviata da Film Is Now:

Gentile Sottosegretario Vimercati,

innanzi tutto scusi l’intrusione. Mi permetto di disturbarla perché ritengo di poter rappresentare una “voce” qualificata al Tavolo dell’Antipirateria Audiovisiva. Una voce che oggi manca.

A questo importante tavolo di lavoro, infatti, rischia di non essere presa in esame la posizione di chi, oggi, rende disponibile al pubblico il download LEGALE, AUTORIZZATO e IN ALTA QUALITA’ di contenuti cinematografici e audiovisivi in genere.

Noi lo facciamo da oltre un anno, attraverso il sito web Film is Now (www.filmisnow.it). Siamo licenziatari autorizzati per l’Electronic Sell Through (EST) di alcune tra le principali società presenti in Italia: WARNER HOME VIDEO – MONDO HOME ENTERTAINMENT – CECCHI GORI HOME ENTERTAINMENT – GENERAL VIDEO – MEDIAFILM – ONEMOVIE – VEGAS MULTIMEDIA – ERMITAGE – FORWARD – INDIGO FILM – DNA – DOC VIDEO.

Case prestigiose ma anche piccole società indipendenti, in maggioranza italiane, delle quali tuteliamo puntualmente i diritti dando nel contempo all’utente finale una soluzione facile, pratica ed efficiente per SCARICARE LEGALMENTE (sembra un ossimoro, ma non lo è!) dal web il film che desidera.

Il tutto grazie a una piattaforma tecnologica sviluppata internamente – investendo soldi propri – e che risponde alle esigenze di coloro che affermano il giusto diritto alla protezione di un’opera dell’ingegno.

C’è una strada maestra per combattere la pirateria audiovisiva e, in particolare, il download illegale di film e affini. Questa strada si chiama DOWNLOAD LEGALE e noi l’abbiamo intrapresa. E oggi possiamo dire di essere il primo (e forse unico) baluardo contro l’attacco frontale del peer-to-peer non autorizzato.

Non trova che potremmo sedere a pieno titolo al Tavolo Antipirateria?
Noi crediamo fermamente di sì, e ci sostiene in questa posizione ASSODIGITALE (Associazione Italiana Operatori Media Digitali), di cui siamo membri e il cui Presidente, Michele Ficara Manganelli, ci legge in copia.

Confidando in suo cortese cenno di riscontro, le porgo cordiali saluti.

Maurizio Ferrari
Business Development Manager – Film is Now