QR code per la pagina originale

800-GOOG-411: c’è forse dell’altro sotto?

,

800-GOOG-411 è un numero verde accessibile negli USA che qualche mese fa fece molto parlare di sè. Si tratta di un servizio completamente gratuito di Google, che fornisce informazioni commerciali su locali, ristoranti, musei, eccetera: una sorta di pagine gialle telefoniche.

La novità del servizio, che a suo tempo fece notizia oltre alla gratuità della cosa, consiste nel fatto che non si parla con un operatore, bensì la propria domanda viene compresa da un computer che risponde con un sintetizzatore vocale.

Perchè torno a parlarne? Giustamente molti si sono chiesti dove sia il guadagno di Google, dato che si tratta di un numero verde (quindi un costo per la società) e il servizio è privo di pubblicità. Si è quindi pensato che, in realtà, questo di Google sia un “finto servizio” che in realtà ha scopi ben diversi da quelli dichiarati.

Google starebbe infatti lavorando ad un software di riconoscimento vocale di nuova generazione e più campioni vocali si hanno, migliore sarà il prodotto finale. Molti hanno quindi pensato che questo servizio non sia altro che una gigantesca operazione di raccolta dati, per migliorare il software in lavorazione.

Beneinteso, se così fosse, non ci sarebbe niente di male. Ciò che lascia sconvolti gli Americani è l’aver tenuto nascosta la cosa. Come noto gli anglosassoni hanno un atteggiamento di tolleranza zero verso la bugia o il nascondere, e questa mossa di big G non è affatto piaciuta.

Personalmente ritengo che effettivamente Google si sia mossa un po’ male, se davvero fosse confermata questa voce, perchè se è vero che il servizio che offre è innovativo, utile e gratuito, è anche vero che il consumatore presta la propria voce inconsapevolmente e gratuitamente ad un progetto che potrebbe, potenzialmente, far fruttare milioni a Google nei prossimi anni. Un disclaimer, in questi casi, non fa mai male.

Notizie su: