QR code per la pagina originale

Il router all-in-one di ZyXEL

,

Ho avuto occasione di testare, grazie a Wildix, il ZyXEL P2302, un dispositivo all-in-one che, oltre a permettere la condivisione della connessione ad internet tra vari PC, sia in ethernet che in WiFi, possiede un IP PBX integrato.

Il dispositivo consente di utilizzare la rete analogica tradizionale e fino a 10 diversi account SIP, possiede due porte RJ11, per collegare telefono o fax, ed è in grado di gestire fino a 6 cordless DECT.

La gestione delle configurazioni avviene, come di consueto, attraverso l’interfaccia web che è stata indubbiamente realizzata per permetterne l’utilizzo anche ai meno esperti.

La configurazione degli account SIP e delle regole per la gestione delle chiamate, sia in uscita che in entrata, è estremamente semplice: basta selezionare il dispositivo da configurare ed associare gli account SIP per cui il telefono deve ricevere chiamate ed attraverso cui deve instradare le chiamate in uscita.

Nelle funzionalità avanzate è possibile modificare l’amplificazione del volume dei telefoni analogici collegati al router, attivare la cancellazione dell’echo ed il supporto ai FAX.

I trasferimenti di chiamata possono essere definiti in base al numero chiamante ed al dispositivo a cui sono dirette; possono essere incondizionati o eseguiti in condizioni di occupato o di nessuna risposta entro un determinato numero di secondi.

Utilizzando l’IVR interno è possibile registrare, mediante un telefono collegato al router, musiche di attesa o toni di risposta, ascoltati dal vostro interlocutore al posto del classico tono di libero. La memoria interna del dispositivo permette di utilizzare un massimo di 8 registrazioni audio personalizzate, toni di risposta o musiche di attesa, per non più di 127 secondi totali.

Una delle funzionalità più interessanti del ZyXEL P2302 è il passaggio automatico alla linea PSTN, oltre che in caso di mancata registrazione degli account SIP come in altri dispositivi, in caso di mancanza di energia elettrica.

Le funzionalità DECT del dispositivo permettono, come già accennato, di gestire 6 dispositivo con un raggio d’azione di 50 metri, in ambienti chiusi, e 250 all’aperto.

Il DECT inviatomi da Wildix per la prova è il V250, alimentato da due pile ricaricabili AAA, dotato di basetta per la ricarica, display da 128×128 pixel da 65K colori, viva voce e jack 2.5mm per la connessione di auricolari.

Il telefono dispone di un menù grafico che permette di accedere agevolmente alla rubrica ed alla lista chiamati, il telefono è in grado di inviare e ricevere SMS ma la funzione non è al momento utilizzabile e pare sarà introdotta in un prossimo futuro da ZyXEL.

Una volta registrato il portatile, utilizzando il codice PIN di 4 cifre impostato sul router, si è subito in grado di utilizzarlo.

Gli unici punti negativi del portatile sono i tasti, poco sensibili, e la mancanza, come in altri dispositivi del genere, della possibilità di spegnere il dispositivo.

Il ZyXEL P2302 ha dimostrato una buona qualità audio, sia utilizzando i dispositivi analogici che il DECT: quest’ultimo se l’è cava bene anche nell’attraversare gli spessi muri della mia abitazione.

Alle funzionalità telefoniche del router se ne aggiungono diverse altre, tra cui le più interessanti sono la presenza di due porte USB, per la gestione di una stampante e dischi o memorie USB, e di un filtro per la navigazione internet, che permette di bloccare gli accessi a determinati contenuti in base ai giorni della settimana ed alle ore del giorno.

Notizie su: