QR code per la pagina originale

Warner Bros sceglie Blu-ray e lascia HD DVD

Warner Bros abbandonerà la distribuzione dei propri contenuti su formato HD DVD per dedicarsi esclusivamente allo standard Blu-ray Disc. La scelta della major cinematografica potrebbe accelerare la fine della guerra sui formati ad alta definizione

,

«In base all’odierno annuncio di Warner Home Video, abbiamo deciso di rimandare la nostra conferenza stampa al CES 2008. Ci scusiamo per i disagi che questa decisione potrà creare». Poche e scarne righe di un comunicato, da cui traspaiono l’imbarazzo e la delusione del team incaricato per la promozione del formato HD DVD, abbandonato da pochi giorni da una delle più grandi major cinematografiche del mondo. La decisione di Warner Bros Entertainment di abbandonare la produzione e la distribuzione di dischi HD DVD per dedicarsi esclusivamente al formato concorrente Blu-ray Disc è giunta come un fulmine a ciel sereno per Toshiba, che possiede il brevetto del supporto HD DVD.

Adottando il formato Blu-ray, Warner si aggiunge alle numerose case cinematografiche che negli ultimi mesi hanno dimostrato un’esplicita preferenza per il supporto sviluppato da Sony e incompatibile con il concorrente HD DVD di Toshiba. Il maggior gradimento del pubblico per il formato Blu-ray sarebbe alla base dell’importante scelta adottata da Warner, che potrebbe contribuire alla precoce scomparsa di HD DVD. «L’opportunità per la diffusione dei DVD ad alta definizione potrebbe andare perduta nel caso in cui la confusione sui formati permanga ancora a lungo. Pensiamo che distribuire esclusivamente il formato Blu-ray possa incentivare il mercato apportando benefici ai venditori, ai produttori e, in particolar modo, ai consumatori» ha dichiarato Barry M. Meyer, amministratore delegato di Warner Bros.

Le cifre legate alle recenti vendite di supporti DVD ad alta definizione sembrano confermare la bontà della decisione intrapresa da Time Warner: nel 2007 la major cinematografica ha venduto, negli Stati Uniti, dischi Blu-ray per circa 169 milioni di dollari, a fronte dei 103 milioni di dollari per i film in formato HD DVD. Nel solo mercato statunitense, il 60% delle vendite di dischi ad alta definizione prodotti da Warner ha interessato lo standard Blu-ray, mentre il formato HD DVD ha coperto il restante 40% delle vendite. Nei paesi al di fuori degli Stati Uniti, la differenza sarebbe ancora più marcata.

Warner si aggiunge così a Walt Disney, Sony Pictures, Twentieth Century Fox e Metro-Goldwyn Mayer che nel corso degli ultimi mesi hanno deciso di distribuire i propri film nel solo formato Blu-ray. Nonostante oltre la “barricata” Paramount, Dream Works e Universal Pictures continuino a utilizzare il formato HD DVD, la decisione di Warner è stata molto poco gradita da Toshiba. Nel corso di una conferenza stampa al CES 2008 di Las Vegas, i dirigenti della casa di Tokyo si sono dichiarati molto delusi per il recente abbandono di Warner. Dati alla mano, i manager di Toshiba hanno evidenziato il successo nelle vendite di lettori HD DVD negli Stati Uniti, che ha superato il milione di dispositivi distribuiti nel corso del 2007. Nessuna dichiarazione, invece, sulle future strategie della società per assorbire il duro colpo inferto dall’abbandono di Warner. La sfida tra i due formati ad alta definizione continua, ma è ancora difficile prevedere per quanto tempo.