QR code per la pagina originale

Anche l’industria del porno sceglie il Blu Ray

Le notizie vere e finte sugli studi che abbandonano il consorzio di Toshiba, la probabile fine dell'esclusiva con Universal e le mille voci di apprezzamento per Blu Ray provenienti dal mondo del porno potrebbero essere i segnali della fine di HD DVD

,

Sembra proprio che stia volgendo verso il termine la guerra dei formati per i DVD di nuova generazione. Dopo l’annuncio di Warner di passare dal supporto al formato HD DVD al rivale Blu Ray e la finta notizia di un simile movimento da parte della Paramount ora arrivano parole di stima e favore verso il formato di Sony da parte dell’industria del porno (un settore cruciale) e la possibilità che anche la Universal abbracci i dischi dal raggio blu.

Non è insomma tutta rose e fiori la vita per il consorzio HD DVD capeggiato da Toshiba, la quale continua a negare che la crisi sia così nera, e, pur ammettendo che la dipartita ufficiale della Warner li ha colti parecchio di sorpresa (era lo studio i cui titoli costituivano la parte più importante del parco HD DVD), smentisce categoricamente le voci che volevano i lettori HD DVD restituiti ai negozi in cambio di lettori Blu Ray.

Ora però altre nubi si addensano. Dopo le voci, prontamente smentite, di un passaggio della Paramount al formato rivale, arrivano anche quelle (da prendere necessariamente con le molle) della volontà della Universal di smettere di vendere i propri film in esclusiva in HD DVD.

Ma forse ancora più gravi sono le notizie che arrivano dall’AVN Adult Entertainment Expo 2008, dove i principali studi di produzione del cinema per adulti si riuniscono e fanno il punto della situazione. Il dimenticato mondo del porno infatti costituisce una buona fetta del materiale veicolato attraverso DVD e la scelta di un formato piuttosto che un altro potrebbe decidere molte cose. Inizialmente gli studi erano quasi equamente divisi, specialmente perchè distribuire in HD DVD è più economico e perchè inizialmente, data la presenza della Disney, il consorzio Blu Ray non vedeva di buon occhio il mondo del porno. Ma la guerra è guerra, si sa.

Così adesso stando agli stessi esponenti di case come la Hustler Video Group, Wicked Productions o Vivid, il mondo del porno potrebbe passare al Blu Ray. Scherzando Jeff Thill, direttore del settore video di Hustler commenta che «Blu Ray suona più sexy», ma più seriamente spiega che dato il fatto che molti lettori dei dischi promossi da Sony sono le Playstation 3, quel formato garantisce loro di raggiungere uno dei target più importanti (quello giovanile).

Dunque benchè nessuno voglia sbilanciarsi, se si sommano tutti gli indizi sembra evidente come HD DVD difficilmente arriverà al prossimo Natale con ancora addosso il cartellino di “sfidante ufficiale”.

Notizie su: