QR code per la pagina originale

eBay cambierà presto CEO?

Il più grande portale di aste online del mondo potrebbe presto cambiare amministratore delegato, almeno secondo il Wall Street Journal. La società californiana attraversa un periodo finanziario difficile e un'ulteriore instabilità potrebbe penalizzarla

,

Non sarà un avvio d’anno semplice per eBay, il più grande portale per le aste online, che attraversa in questi giorni una fase di evidente difficoltà. Secondo l’autorevole quotidiano finanziario The Wall Street Journal, l’amministratore delegato Meg Whitman sarebbe in procinto di abbandonare il proprio incarico di massimo dirigente di eBay nelle prossime settimane. La notizia non ha ancora trovato conferme ufficiali, ma da ambienti vicini alla manager giungono numerose voci di un progressivo abbandono delle responsabilità amministrative di Meg Whitman, che avrebbe già affidato numerose deleghe ai propri sottoposti.

Sempre secondo il WSJ, a succedere alla cinquantunenne manager potrebbe essere John Danahoe, uomo chiave della sezione aste online di eBay. Meg Whitman prese le redini della società nel marzo del 1998, ripromettendosi di mantenere il proprio incarico per non più di dieci anni. Manager esperta, formatasi in numerose multinazionali, Whitman ha contribuito considerevolmente alla crescita di eBay nei primi anni del 2000, per poi affrontare con cautela il periodo di appannamento finanziario degli ultimi anni.

Mercoledì, la società di San Josè presenterà agli azionisti i dati relativi all’ultimo trimestre del 2007. Secondo numerosi analisti, l’ultimo rendiconto dell’anno appena terminato dovrebbe segnare un aumento degli introiti diluiti di ben 41 centesimi per azione. Anche in presenza di un ultimo trimestre positivo, i risultati complessivi dell’ultimo anno indicano un andamento molto incerto in borsa. Recuperare il trend negativo dei propri titoli sarà probabilmente la sfida più importante per eBay nel 2008. Per risalire la china, la società californiana dovrà probabilmente rivedere alcune delle sue politiche, specialmente legate al proprio portale per le aste online. Da tempo un numero crescente di utenti lamenta le eccessive commissioni applicate da eBay per la collocazione e la gestione degli annunci sul sito Web.

La presentazione delle prestazioni finanziare dell’ultimo trimestre del 2007 per eBay coincide, fatalmente, con un periodo nero per i titoli tecnologici nel Nuovo Mondo. Il paventato crollo del Nasdaq pare ormai sempre più vicino, e la presentazione delle trimestrali da parte di numerose società potrebbe forse attenuare la picchiata negativa di questi giorni. A differenza di molte altre società, eBay non dovrà dimostrare tanto la qualità delle proprie prestazioni finanziarie negli ultimi mesi del 2007, quanto l’attendibilità di un buon piano di rilancio per l’anno appena iniziato.

In giornata, con il Nasdaq in picchiata, eBay apre malissimo (-7%) sulla scia di quanto macinato da tutto il resto del listino dei tecnologici. Al momento il titolo è a -3.5%.

Notizie su: