QR code per la pagina originale

Nokia chiude lo stabilimento in Germania

,

Nokia, il produttore leader a livello mondiale nella produzione di apparati per la comunicazione mobile, ha annunciato l’intenzione di chiudere il suo stabilimento produttivo di Bochum.

La chiusura è prevista entrò la metà del 2008.

Lo stabilimento produttivo di Bochum, da lavoro a circa 2300 dipendenti.

Questa decisione sarebbe maturata a causa dell’elevato costo del lavoro in terra tedesca.

Questo si evince anche dalle dichiarazioni rilasciate da Veli Sundbäck, Executive Vice Presidente di Nokia: “La decisione di chiudere la produzione nello stabilimento di Bochum è necessaria per assicurare a Nokia una competitività di lungo periodo.”

L’intera produzione dello stabilimento di Bochum sarebbe di fatto trasferita nella più economica Romania, dove il costo della manodopera è un decimo di quella tedesca.

In un mercato competitivo come quello della telefonia mobile, dove nuovi e vecchi competitor non mancano di farsi sentire, la decisione del produttore finlandese è volta a ridurre i costi derivanti dalla manodopera.

A detta di Sundbäck si sono provate tutte le strategie possibili per evitare il licenziamento di 2300 dipendenti tedeschi, ma ogni sforzo è stato inutile.

Sundbäck ha poi aggiunto: “A causa dei cambiamenti del mercato e della crescente esigenza di efficienza dei costi, la produzione di cellulari in Germania non è più sostenibile per Nokia”.

Allo stato attuale, se si escludono gli stabilimenti in Finlandia, tutta la produzione europea dell’azienda finlandese è concentrata nell’Europa dell’Est.

Notizie su: