QR code per la pagina originale

RIAA bucata dai cracker

,

Il sito della RIAA, la nota major delle case discografiche, sta tornando operativo dopo un attacco subito da un gruppo di cracker. Il sito è da tempo oggetto di attacchi, ma questa volta l’attacco è avvenuto con azzeramento del database.

La notizia è stata data da Torrentfreak e dal sito Reddit è possibile ricostruire la sequenza degli avvenimenti.

Secondo una prima ipotesi, il sito RIAA sarebbe stato oscurato in alcune sezioni per poterle ripristinare dopo gli attacchi, mentre secondo altri sul sito Reddit sarebbe stato scritto un post in cui si spiegava come appesantire il server di RIAA attaccandolo e che, quindi, un gruppo ne avrebbe approfittato per azzerare il database.

Caricando il sito di RIAA si nota come in alcune parti esistesse un backup parziale ma altre parti restano inaccessibili. Resta da vedere come RIAA reagirà e se farà una denuncia contro ignoti, anche se è abituata ad attacchi del genere. L’hanno bombardata di telefonate e sbeffeggiata con parodie, le è successo davvero di tutto.

Il vero colpo fu messo a punto nel 2002, quando un gruppo di cracker, approfittando di alcune vulnerabilità del sito, misero a punto una vera beffa facendo sembrare per un attimo la RIAA fautrice del file sharing. Sul sito compariva, infatti, un messaggio come questo: “LA RIAA si scusa per aver chiuso il sito Live4EVER e metterà a disposizione dei brani da scaricare e a seguire dei film“.

Come si può notare è da tempo che il colosso è sottoposto ad attacchi e defacement di ogni sorta, staremo quindi a vedere come reagirà questa volta e se la sua linea dura la spunterà.

Notizie su: