QR code per la pagina originale

Xbox 360 pronta a vincere il secondo round

Dalla Microsoft non arrivano certo dichiarazioni di resa. Nonostante stia sul mercato ormai da diversi anni a Redmond continuano a credere che la propria console abbia ampi margini di crescita, non appena (e se) scoppierà la fatidica "bolla Wii"

,

Dopo la grande ascesa di Nintendo Wii nell’Olimpo delle console più vendute e rivoluzionarie di tutti i tempi ora arriva il momento della discesa, o almeno così credono in molti, tanto che la domanda che più frequentemente si sente fare nell’industria dei videogiochi è: «Quando scoppierà la bolla Wii?»

A far scoppiare il business Nintendo dovrebbero essere molti fattori secondo i più: dalla scarsa tecnologia, alla mancanza di un rinnovo di giochi all’altezza dei primi fino alla mancanza di un parco giochi differenziato. La Wii infatti secondo molti analisti si baserebbe troppo su una dinamica unica, rischiando di stufare presto.

È dello stesso parere Jeff Bell, il vicepresidente della divisione Xbox Global Marketing di Microsoft, che in un’intervista al magazine 1UP ha dichiarato senza mezzi termini che la bolla Wii sta per scoppiare e la Xbox360 ne trarrà inevitabilmente vantaggio. Uno degli elementi cruciali per la vittoria finale infatti sarebbe la capacità di lavorare con altre aziende per far sì che si vinca tutti insieme. È la console che riesce a far vendere più software di terze parti quella che vince «e la storia lo ha dimostrato» sostengono a Redmond.

Dopo aver elogiato la console Nintendo, specialmente per come abbia saputo ampliare l’utenza dei videogiochi, Bell ha poi ricordato che la Xbox «Si è posizionata ed è pronta per quando i videogiocatori saranno pronti a fare un passo in avanti con l’esperienza di gioco». È convinzione di Microsoft, infatti, che le due console possano tranquillamente convivere sotto lo stesso tetto e presso gli stessi nuclei familiari. Sempre secondo Bell, Microsoft si sta attrezzando «per essere sicuri che quando ci sarà questa scelta per una seconda console questa sia la Xbox360».

Con i suoi 10 milioni di utilizzatori di Xbox Live, l’apertura a sviluppatori indipendenti e gli accordi stretti con sempre più studi di produzione, la Xbox ritiene di aver il giusto mix di accordi con terze parti e sviluppo tecnologico per vincere una partita che ancora non giudica chiusa.