QR code per la pagina originale

Supercook: la cucina e il web 2.0

,

Una delle enormi risorse offerte dal Web (2.0 e non), per come la vedo io, è senz’altro quella di offrire alle utenze un’infinità di materiale attraverso il quale documentarsi e un altrettanto infinito numero di risorse in grado di risolvere i nostri, piccoli, problemi quotidiani.
Supercook è un’applicazione che ha proprio questo scopo.

Si propone infatti come un database di ricette culinarie da consultare e “sfogliare” per la preparazione delle proprie pietanze.
Un valido aiuto in cucina, che risulta indispensabile per le persone che intendono sperimentare nuovi gusti o che sono, magari, poco inclini alla sperimentazione “fai da te”.

L’utilizzo è davvero elementare e non richiede particolari competenze tecniche.
Senza dubbio utile il sistema di TAG che permette di ottimizzare la ricerca sfruttando quelle già effettuate da altri utenti che hanno impiegato il servizio.

Registrando un account, si ha a disposizione un maggior numero di funzioni per personalizzare e rendere mirate le ricerche e la creazione di ricette.
Sono previste possibilità di selezionare gli ingredienti da utilizzare obbligatoriamente piuttosto che quelli da evitare.
Supercook si preoccupa comunque di segnalare anche le ricette che prevedono, magari, l’impiego di ingredienti che non sono a nostra disposizione proponendoci, in ogni caso, delle alternative valide per la loro sostituzione, in modo da non dover rimanere “a bocca asciutta”.

Semplice, immediato, facile da usare, di aspetto gradevole e senza dubbio utile.
Pare che questi aggettivi siano ormai entrati a far parte della maggior parte dei servizi 2.0: unico neo dell’applicazione la lingua. È infatti disponibile solo una versione inglese, ma siamo sicuri che prima o poi le traduzioni arriveranno anche per il nostro paese.

Notizie su: